La casa più piccola del mondo si trova in Sicilia. A Petralia Soprana, per essere precisi, e ha anche un nome: è la Casa du Currivu. L’incantevole borgo in provincia di Palermo, eletto Borgo dei Borghi 2019, è famoso per ospitare questa abitazione, larga appena un metro. Le dimensioni sono ridottissime e, ovviamente, non è possibile abitarvi.

Non fu mai abitata, di fatto. La storia di questa abitazione è molto particolare e testimonia, una volta di più, che i siciliani sono proprio ostinati!

La Casa du Currivu, infatti, fu costruita soltanto per fare una ripicca. Uno degli abitanti di Petralia Soprana, infatti, voleva fare dispetto al vicino di casa che gli impediva di costruire un altro piano della sua abitazione. Per indispettirlo, dunque, penso bene di tirare su la casa più piccola del mondo.

Quando visitate Petralia Soprana, non dimenticate di chiedere della Casa du Currivu. Un altro primato per la Sicilia, dunque, che vanta alcuni record molto particolari. Sapevate, ad esempio, che a Palazzolo Acreide si trova il balcone barocco più lungo d’Europa?

Palazzo Caruso vanta uno dei balconi più lunghi al mondo. A sorreggere la balconata in ferro battuto ci pensano 27 mensoloni scolpiti, che raffigurano delle maschere buffe, ognuna delle quali ha un’espressione diversa dall’altra.

Questi mascheroni, tipici dei decori barocchi, sono diversi dagli altri perché sembrano quasi prendere in giro le persone che li osservano con curiosità. Le sculture scolpite in pietra nel balcone custodiscono un significato allegorico: vengono chiamati “cagnoli”, termine siciliano usato qualcuno poco raccomandabile.

Foto di Anna Li Sacchi