La sciavata è una deliziosa preparazione, a metà tra la pizza e lo sfincione, tipica di Camporeale. Siamo in provincia di Palermo, in un territorio che ha moltissimo da offrire in termini naturalistici, ma non solo.

Si tratta di un piatto povero, preparato anticamente dalle donne in attesa di quanti avevano lavorato nei campi. Il condimento è molto gustoso, a base di cipolla, mollica, caciocavallo e acciughe.

Vediamo insieme come si prepara la sciavata, a cominciare dagli ingredienti per 4 persone.

  • 500 g di farina di grano duro
  • 500 g di farina di grano tenero
  • 20 g di lievito di birra
  • 20 g sale
  • Acqua quanto basta
  • Sarde salate
  • Pomodoro pelato
  • Caciocavallo stagionato
    Cipolla
  • Mollica secca
  • Origano
  • Olio extravergine d’oliva

Ed ecco il procedimento, passo dopo passo, per preparare la sciavata.

  1. Unite i due tipi di farina e disponeteli a fontana, quindi aggiungete il sale e il lievito, precedentemente sciolto nell’acqua.
  2. Impastate e aggiungete l’acqua a poco a poco, fino a ottenere un impasto omogeneo e morbido.
  3. Lasciate lievitare l’impasto per circa due ore.
  4. Separate l’impasto in pagnotte e disponetele su un piano spolverizzato di farina.
  5. Attendete circa un’ora, affinché le pagnotte lievitino per la seconda volta.
  6. Spolverizzate nuovamente il piano di farina, disponete le pagnotte e spianatele.
  7. Condite le sciavate con acciughe a pezzetti, il pomodoro pelato a pezzi, il formaggio (grattugiato o a cubetti), la cipolla tagliata sottile, la mollica e un filo di olio.
  8. Mettete la sciavata in forno, alla temperatura di circa 280°C per cinque minuti.
  9. Sfornate e servite.

Buon appetito!