Sicilia in festa per Saveria Ponte, in Palazzolo, che ha tagliato il traguardo dei 100 anni. Nata il 15 maggio del 1919 a Balestrate, nel Trapanese, ha spento le candeline insieme ai suoi cari.

Saveria ha attraversato uno degli eventi più tragici del XX secolo, come la Seconda guerra mondiale ma, nonostante il periodo difficile, ha costruito una famiglia composta da 8 figli, 6 femmine e 2 maschi. Sono anche nati, in seguito, 13 nipoti e 13 pronipoti.

La signora ha trascorso gli anni del conflitto ad Agrigento. Insieme ai congiunti ha vissuto ogni tipo di privazione, arrivando ad accendere il fuoco con i gusci delle noci. Saveria si è poi trasferita a Palermo per fare studiare i figli, e qui è rimasta a vivere.

La sua mente è lucidissima, ma dopo la rottura del femore non esce più di casa. Nei suoi ricordi è tutto vivido, soprattutto l’infanzia. Ha sempre mangiato modeste quantità di cibo, ma non rinuncia mai al latte caldo con il pane o i biscotti di Monreale o alla panna con un po’ di caffè.

Saveria Ponte è molto religiosa e la fede l’ha sostenuta nell’affrontare le difficoltà. Prima della rottura del femore amava passeggiare e raccogliere erbe o altri doni della natura per realizzare composizioni o quadretti.

Foto: BlogSicilia