Lassàri in Tririci significato.

  • Si tratta di un’espressione siciliana molto utilizzata, che trae origine da un modo di dire conosciuto anche in italiano.
  • Lasciare in Tredici qualcuno non è affatto bello, anzi, è una vera scortesia!
  • Sapete perché si dice proprio così? Ve lo spieghiamo noi.

Quante volte vi è capitato di dire o di sentire dire frasi come: “Mi lassò in tririci“? A tutti, almeno una volta, è successo di ricevere buca per un appuntamento o un impegno da parte di qualcuno che non si è presentato, nonostante avesse preso l’impegno. La stessa cosa vale, ad esempio, per una persona che ci ha promesso di aiutarci ma che, quando arriva il momento di farlo, diventa “misteriosamente” irreperibile. Essere lasciati in tredici non è affatto bello, così come non è bello lasciare in tredici (anche se è sicuramente peggio subire questo comportamento).

Questo modo di dire deriva dal fatto che il numero tredici è, tradizionalmente, carico di significati negativi. Ma non solo. Durante l’Ultima Cena, infatti, Gesù era a tavola con i 12 apostoli (quindi erano in 13). Uno di loro, cioè Giuda, avrebbe tradito e Gesù sarebbe morto. Per questo motivo si ritiene che porti male rimanere in tredici a tavola. Così, lassari in tririci non è affatto una bella azione. La prossima volta che pensate di farlo, pensateci su molto bene! Una piccola curiosità, per spezzare una lancia a favore del povero numero 13. Non mancano detti e proverbi nei quali il numero ha significato augurativo, come ad esempio: La salute è buona tredici mesi all’anno!

Articoli correlati