Quante volte vi è capitato di sentire – o di utilizzare – l’espressione Sanfasò? Questo modo di dire si utilizza in Sicilia, ma anche nel napoletano e si traduce come “senza un filo logico”, “in modo scriteriato”.

Si usa dire, dunque “Fari a sanfasò“, cioè a suo modo. Ma da dove viene quest’espressione? Si tratta di una corruzione del francese “sans façon” oppure “à sa façon”, che sta letteralmente per “senza maniere”, senza cerimonie, in un modo sbrigativo.

È interessante notare come questa espressione sia propria della lingua siciliana, ma anche del napoletano. In generale, abbiamo già avuto modo di approfondire diversi termini del vocabolario siciliano che derivano da storpiature francesi, come ad esempio “diserta”, storpiatura di dessert per indicare la portata finale di un pasto (sia essa un dolce o la frutta).