Continua l’interesse della stampa internazionale nei confronti della Sicilia. Il francese Le Figaro ha scelto di raccontare l’isola con il festival “Le Vie dei Tesori“. Un numero del magazine del più antico editoriale francese è interamente dedicato alla Sicilia (“Sicile éternelle”, cioè “Sicilia eterna”) ed è anche in preparazione una trasmissione sulla tv Figaro Live (anche online su www.lefigaro.fr), che andrà in onda il 29 alle 20. Le Vie dei Tesori è da anni un appuntamento molto partecipato. Anche quest’anno, nonostante il difficile periodo storico, ha deciso di rinnovare i suoi appuntamenti, facendo proprio il claim “rinascere dalla bellezza“. L’edizione 2020 è all’insegna della sicurezza, con ingressi contingentati e attenzione a tutte le normative anticovid. L’interesse di Le Figaro arriva poco dopo l’articolo dedicato dal britannico The Guardian al sud della Sicilia (lo trovi qui).

“È stato un anno difficile per tutti, ma ci tenevamo a ribadire la mission del festival: aprire i luoghi della città e connetterli alle comunità che li vivono. Come i palermitani hanno scoperto la loro città nel corso di quattordici edizioni, così anche le altre città che pian piano hanno aderito a Le Vie dei Tesori. È un processo straordinario di riappropriazione degli spazi e della diffusione di una conoscenza non accademica”, ha detto Laura Anello, presidente dell’Associazione Le Vie dei Tesori onlus. La manifestazione, partita sabato 12 settembre, durerà 9 settimane, coinvolgendo 15 località siciliane. Si divide, essenzialmente, in due tronconi. Il primo durerà tre weekend, fino al 27 settembre e includerà visitre a Marsala, Trapani, Mazara del Vallo, Bagheria, Sambuca, Naro, Messina e Caltanissetta. Dal 3 ottobre sarà la volta della seconda tranche: toccherà a Catania, Ragusa, Scicli, Noto, Sciacca, Monreale, Palermo.

Articoli correlati