È una settimana all’insegna del maltempo su tutta l’Italia. Sono cinque le perturbazioni arrivate dall’inizio del mese e, tra giovedì e venerdì, arriverà la sesta, portano una nuova fase perturbata. Ancora una volta si potranno verificare precipitazioni abbondanti, con rischio di nubifragi e criticità: a essere colpite direttamente saranno le regioni settentrionali, la Sardegna e le regioni centrali tirreniche.

Mercoledì 13 e giovedì 14 novembre ci sarà una breve tregua, con residue precipitazioni a carattere sparso e comunque deboli, localizzate principalmente al Centro-Sud, sulle Isole Maggiori e all’estremo Nordest.

Già da giovedì pomeriggio, come abbiamo anticipato, un nuovo ciclone sulla Francia inizierà a influenzare il nord-ovest e la Sardegna, con piogge abbondanti e molto abbondante. Il maltempo non mollerà l’Italia neanche nel weekend, quando un vortice ciclonico proveniente dall’Africa salirà velocemente verso la Sardegna e proseguirà verso il mar Tirreno, dando vita all’ennesima fase di maltempo.

Per la giornata di domani, sulla Sicilia, è rientrata l’allerta rossa delle ultime ore. La Protezione Civile ha diramato un’allerta meteo gialla. Ecco le zone della nostra isola interessate:

  • Ordinaria criticità per rischio temporali: Sicilia Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia, Sud-Orientale, versante ionico, Bacino del Fiume Simeto, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Centro-Settentrionale, versante tirrenico.
  • Ordinaria criticità per rischio idrogeologico: Sicilia Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia, Sud-Orientale, versante ionico, Bacino del Fiume Simeto, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Centro-Settentrionale, versante tirrenico.