Una salita in notturna sui tre campanili ragusani, la fabbrica del cioccolato a Modica e i sontuosi palazzi barocchi di Scicli. Sono soltanto alcune delle cose che si potranno fare in occasione dell’ultimo fine settimana con Le Vie dei Tesori nel Ragusano, da venerdì 18 a domenica 20 ottobre.

In totale sono 50 i luoghi visitabili tra Ragusa, Modica e Scicli (qui tutti i dettagli). Per il primo anno, inoltre, Le Vie dei Tesori e le Scale del Gusto di Ragusa si svolgono nello stesso weekend. Da questa collaborazione scaturisce un percorso sensoriale che scende lungo le antiche scalinate, dalla città superiore ad Ibla, toccando i diversi luoghi aperti da Le Vie dei Tesori.

Saranno aperte dalle 18 a mezzanotte, le torri campanarie della bellissima chiesa dell’Itria, con la cupola dove fioriscono eleganti iris; della chiesa delle Anime Sante del Purgatorio, dove il campanile poggia su un tratto delle mura bizantine del castello di Ragusa.

Ancora, per la prima volta in assoluto, apre le porte la torre campanaria di Santa Maria delle Scale, sotto la quale si scopre una cappellina con un fonte battesimale cinquecentesco scolpito in un unico blocco di pece.

A Modica è assolutamente da non perdere la visita alla fabbrica dove nasce il famoso cioccolato Bonajuto, l’antico fattojo dove scoprirete come si “frantumano” le fave di cacao e si utilizzano ordegni d’epoca. Le visite sono alle 10, 11.30, alle 13 (in inglese), 14.30, 15.30 e alle 17.

A Scicli ci si muove tra chiesette rupestri, antiche cave, grotte scoscese. Qui è possibile partecipare ad una passeggiata (domenica alle 16) attraverso edifici pubblici e privati, veri esempi di committenze nobiliari, affidate ai migliori artigiani dell’epoca.

Articoli correlati