Gli studiosi sono ormai concordi nel considerare il limone un vero e proprio farmaco naturale, grazie alle sue tante proprietà. Vediamo insieme quali sono le più significative.

Partiamo da un importante presupposto: tutte le parti del limone hanno proprietà salutari.

La buccia è ricca di ghiandole oleifere e si impiega per produrre oli da utilizzare sia in ambito alimentare che farmacologico. L’albedo, cioè la parte spugnosa, è ricca di flavonoidi, che la rendono fortemente antiossidante. La polpa contiene acido citrico, acido ascorbico e vitamina C.

I semi, da cui si estraggono gli oli, sono ricchi di pectina, che si utilizza come addensante per marmellate e confetture. Il succo di limone ha sull’organismo un’azione purificatrice e fluidificatrice del sangue, batteriologica, dissetante, rinfrescante, digestiva e ipotensiva.

Tra gli effetti più noti del limone vi è sicuramente quello depurativo. Permette di ridurre l’accumulo di grassi nel sangue e aiuta a smaltire le tossine che accumuliamo ogni giorno. L’acido citrico del limone favorisce la formazione di carbonato di potassio, efficace contro l’acidità gastrica, e aiuta il fegato e il pancreas durante la digestione.

In questo modo depura l’organismo dall’accumulo di tossine e aiuta a riequilibrare la funzionalità intestinale. Grazie al limonene, inoltre, aiuta a contrastare nausea e diarrea. Attraverso l’azione alcalinizzante riattiva lo smaltimento delle scorie in accumulo.

Sappiamo già che il limone è un alleato del nostro sistema immunitario. Grazie al contenuto di vitamine, aumenta la produzione di globuli bianchi e svolge un’azione protettiva contro influenza, raffreddore e tosse. Aiuta anche contro le infezioni della gola, grazie alle sue proprietà antibatteriche.

Dato che è ricco di vitamina C, flavonoidi, carotenoidi e derivati cumarinici, il limone è un potente antiossidante naturale, utile a combattere l’accumulo di radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento e di alcune patologie degenerative, come arterosclerosi, artriti, infarto, reumatismi e problemi respiratori.

Articoli correlati