Torniamo a parlare di antichi rimedi siciliani. Quando arriva la stagione più fredda, ci si imbatte di frequente in raffreddori, mal di gola e tosse. Per combattere la tosse esiste un vecchio rimedio siciliano, molto amato dalle nostre nonne: la cosiddetta “linusa“.

Protagonisti di questo rimedio sono i semi di lino, che hanno tante proprietà benefiche per il nostro organismo. I semi di lino sono ricchi di acidi grassi polinsaturi e sono un’ottima fonte di acido alfa-linoleico. Ci aiutano molto, inoltre, per contrastare, bronchiti, raffreddori e, in generale, affezioni delle vie respiratorie. Possiedono proprietà emollienti e rinfrescanti, che ci vengono incontro per combattere quei mali di stagione che ci mettono ko.

La “linusa” è un composto fatto con la farina di semi di lino, semplicissimo da preparare, che si tiene sul petto per almeno 20 minuti. Vi serviranno due pugni di farina, che vanno fatti bollire con un po’ d’acqua. Il composto va un po’ allungato, quindi si mette in una garza ripiegata in due. La garza si mette sul letto, coprendo con un panno di lana, in modo da preservare il calore.

Qualora non aveste a disposizione la farina di semi di lino, potete utilizzare direttamente i semi di lino, che lascerete cuocere fino a renderne la consistenza simile a quella di una pappetta. Ecco, dunque, un altro antico rimedio siciliano.

Anche stavolta vi ricordiamo che i rimedi naturali o antichi non vanno considerati al pari delle medicine. Consultate sempre il vostro medico di fiducia in caso di problemi di salute e ricorrete ai rimedi naturali solo dopo aver verificato di non avere intolleranze o allergie.

Articoli correlati