«Grazie, mamma. Il vento che oggi soffia non ha la dolcezza di una tua carezza, il sole sulla fronte non è caldo come un tuo bacio, l’azzurro del cielo non è profondo come i tuoi occhi. Ma la loro perfezione mi ricorda quella del tuo amore, e la distanza svanisce perché tutto mi parla di te». Con queste parole e con le foto della Terra vista dall’alto, Luca Parmitano ha celebrato la Festa della Mamma.

Astroluca ha pubblicato alcuni dei suoi celebri scatti, in cui non manca la sua amata Sicilia. Luca Parmitano è da poco tornato dalla Missione Beyond sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Dall’alto ha goduto di una vista privilegiata sul mondo e, naturalmente, sulla Sicilia. Proprio di quella visione sulla nostra isola e, in particolare, sull’Etna, ha parlato anche durante la puntata del programma “Meraviglie” di Rai1 andata in onda sabato 25 gennaio.

Le parole di AstroLuca, un siciliano doc, sono state davvero commoventi e dimostrano, ancora una volta, il suo sincero amore per la Sicilia: «Per un catanese – ha detto – l’Etna è come un amico di famiglia, è una presenza costante, sempre visibile, di grande conforto e di grandissima bellezza. Uno dei miei primissimi ricordi sull’Etna è da bambino, con i miei genitori, andare a vedere la neve per la prima volta. Catania è una città a livello del mare, per cui per me la neve era solo una visione bianca della montagna. I miei genitori portarono me e mio fratello sulle parti più alte dell’Etna per vedere la neve, giocare nella neve. Da piccolo mi bastava rotolare nelle neve per essere felice».

Articoli correlati