Tutto il meglio di Menfi, la “città del mare pulito“. Con tanti splendidi chilometri di costa e diverse attrazioni (anche nei dintorni) si tratta di una meta ideale per le vacanze in Sicilia. Scopriamo insieme per cosa è famosa, com’è il mare, il vino e i vigneti del Menfishire. Una guida completa.

Menfi

Questa località rappresenta sicuramente una base ideale per una vacanza nella Sicilia meridionale. Si trova in una posizione invidiabile, tra l’area dei templi dorici di Selinunte e l’area degli scavi archeologici di Eraclea Minoa. È attraversata dai fiumi Belice e Carboj e da alcuni torrenti. Il mare dista pochi chilometri e, da qui, si raggiungono tante attrazioni turistiche.

Menfi offre la possibilità di rilassarsi su spiagge di sabbia finissima e immergersi in un paesaggio di dune e vegetazione mediterranea. Tra visite ai templi e un passaggio tra i borghi, si possono trascorrere bellissime giornate. Se questo non fosse ancora sufficiente, c’è anche una produzione di ottimo vino, con oltre 6mila ettari di vigneti.

Cosa vedere

Nel centro storico ci sono bei palazzi, chiese e torri. Intorno a piazza Vittorio Emanuele vi sono alcune delle cose più interessanti da vedere a Menfi: la Chiesa Madre Sant’Antonio da Padova, che risale al Seicento, la Torre Federiciana e il Palazzo baronale Pignatelli. La torre rappresenta ciò che rimane dell’imponente castello che Federico II aveva fatto edificare nel Duecento. Il Palazzo Pignatelli, invece, risale al XVII secolo e sorse sui resti di un precedente castello. Il Comune l’ha acquistato nel 1979.

Procedendo alla scoperta di Menfi, da vedere è Palazzo Tito, in via della Vittoria, tra le vie principali del centro: sarebbe il palazzo più antico della città. Rientra nel territorio della cittadina anche la Torre Anticorsara di Porto Palo: ha una pianta quadrata e si eleva su due piani, con uno splendido panorama, su un promontorio in riva al mare. È uno degli esempi conservati meglio delle torri di avvistamento della fine del Cinquecento. Aveva funzione difensiva dagli attacchi dei pirati.

Spiagge più belle di Menfi

Grande attenzione, naturalmente, alla ricerca dei posti dove andare al mare a Menfi. La Riserva Naturale Foce del Fiume Belice e Dune Limitrofe è una piccola e bellissima area protetta. Sabbia di colore ocra e dune dalle forme suggestive: si tratta di una meraviglia con spiagge e un mare limpidissimo. Dalle acque arriva fino all’entroterra.

La località di mare più vicina alla città è Porto Palo di Menfi. Qui vi è un arenile di sabbia finissima, che si estende per chilometri. Ci sono anche un porticciolo e una passeggiata sul lungomare: una passerella di legno, fiancheggiata da palme. A Porto Palo ci sono spiagge molto apprezzate che, nel corso degli anni, hanno ricevuto con costanza la celebre Bandiera Blu per la bellezza del mare e la qualità dei servizi. Perfette per ogni tipo di nuotatore, vanno benissimo anche per i bambini.

A ovest di Porto Palo c’è la celebre Spiaggia delle Solette. Qui di trova un susseguirsi di calette e insenature, circondate da una fitta vegetazione mediterranea. Il mare, manco a dirlo, è pulitissimo. Poco distante, a circa 20 minuti di auto, c’è Marinella di Selinunte. In questa località balneare, peraltro, si tiene una celebre asta del pesce, molto amata anche da turisti. Anche in questo caso ci sono sia stabilimenti che tratti di spiaggia libera. Molto celebre è il Lido Fiori.

Cosa vedere nei dintorni

C’è tanto da vedere nei dintorni di Menfi. La posizione quasi equidistante da Agrigento e da Trapani offre la possibilità di scoprire molti luoghi di entrambe le province. Si raggiungono con facilità le aree archeologiche di Selinunte e Segesta, ma anche quella di Eraclea Minoa. Non è distante la Valle dei Templi di Agrigento.

Percorrendo un po’ di strada in più, circa un’ora in auto, si arriva alla Riserva dello Zingaro, alle Saline di Trapani e alla cittadina di Erice, il borgo più romantico della Sicilia, uno dei più belli d’Italia.

Il Menfishire e il vino

Menfi è famosa anche per i suoi vigneti e per la produzione di un vino eccezionale. Il territorio è caratterizzato da colline colme di vigne che arrivano fino al mare e da distese di uliveti che segnano il paesaggio. Tutto intorno, trionfano siepi e macchia mediterranea. Questo splendido distretto vitivinicolo della Sicilia ha preso il nome di Menfishire.

Accanto ai vini eccellenti e sempre più richiesti in tutto il mondo, nasce anche un olio di oliva prodotto da varietà autoctone. Non mancano prodotti dell’agricoltura, come il carciofo e il melone d’inverno. L’ambiente naturale è unico.

Dalla palma nana al giglio marino, dall’airone allo scarabeo, fino alla simpaticissima tartaruga Caretta caretta: questo territorio protegge e custodisce un patrimonio ambientale di biodiversità inestimabile.

Dal bosco del Magaggiaro parte una vasta area collinare che arriva fino alla spiaggia. Proprio qui vi sono vigneti che disegnano un panorama eccezionale. È davvero splendido ammirare il cambio delle stagioni e il modo in cui influisce sui colori e sulle forme del paesaggio.

Foto: di sikeliakali – L’Inzolia cresce sulla spiaggia di Menfi, CC BY 2.0.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati