Si è conclusa nel modo peggiore la vicenda della scomparsa dell’82enne Paolo Lo Iacono. L’anziano era scomparso da diversi giorni dal paese di Mistretta, nel Messinese, e purtroppo i vigili del fuoco hanno rinvenuto il corpo senza vita.

Gli uomini del comando di Messina, unitamente al Nucleo regionale TAS2, Nucleo regionale Cinofili e nucleo regionale SAPR, hanno fatto la scoperta. Il cadavere si trovava in un impervio luogo di campagna, sotto un costone. È stato necessario l’utilizzo di droni, che attraverso le immagini hanno confermato la presenza del corpo riverso per terra.

I cani molecolari, grazie al loro fiuto, hanno intercettato la possibile presenza di un uomo nei pressi di una scarpata. Vista la difficile posizione, si è dunque deciso di utilizzare i droni: dopo pochi minuti di volo, l’iniziale intuizione dei cani è stata confermata.

Il nucleo SAF, Speleo Alpino Fluviale, ha raggiunto e riconosciuto il malcapitato, ormai esanime. L’uomo si era allontanato da casa nella giornata di sabato scorso. Nelle scorse ore è avvenuta una vicenda analoga a Lampedusa. Il corpo senza vita di Enzo Pezzino, scomparso da dieci giorni, è stato trovato sotto alcuni alberi, poco distante dal punto in cui era stato visto l’ultima volta.