È stato ritrovato morto Enzo Pezzino, l’uomo scomparso da dieci giorni a Lampedusa. Il corpo senza vita dell’uomo si trovava a poche centinaia di metri dal punto in cui era stato segnalato l’ultima volta. L’anziano, di origini beneventane, da molti anni viveva sull’isola siciliana.

L’hanno rinvenuto sotto alcuni alberi bassi: è probabile che abbia cercato riparo dal sole e che sia arrivato lì gattonando. È rimasto a terra carponi, sotto i pini bassi della zona della forestale. Il corpo era in avanzato stato di decomposizione ed a fare la scoperta sono stati i carabinieri della locale stazione, insieme ai vigili del fuoco.

Quando si sono perse le tracce di Enzo Pezzino, amici, parenti e conoscenti si sono attivati anche sui social, con numerosi appelli rivolti a chiunque avrebbe potuto contribuire al ritrovamento.

Stiamo ancora cercando il signor Enzo. La famiglia, distrutta dal dolore da ormai 3 giorni, chiede aiuto a tutti i lampedusani e a tutti quelli che si trovano sull’isola adesso. Ci chiedono col cuore in mano, se possiamo, di aiutare le ricerche. Chi volesse tendere la mano a questi figli, nipoti, nuore, può partecipare già da stamattina – hanno scritto su Facebook -. Il signor Enzo potrebbe essere il papà di tutti noi, va cercato”.

Purtroppo, nelle ultime ore la vicenda ha avuto l’epilogo più triste.

Articoli correlati