Hanno gustato due "granite speciali", accompagnandole con due brioche fresche, ammirando l'infiorata e il suo grandissimo viavai di visitatori, ma qualcosa al momento del conto non è andata secondo le loro aspettative. Una coppia di visitatori, che si trovava a Noto, al momento di saldare il conto della colazione, consumata in un noto bar del centro storico, si è vista recapitare uno scontrino da 15,86 euro, compresi 2,86 euro per il servizio. Dopo aver pagato, è scattata immediatamente la segnalazione fotografica. A riportare la notizia, è stato siracusanews: il tutto ha generato un piccolo clamore mediatico e il sito dissapore.com ha deciso di fare una piccola indagine, andando a verificare di persona. 

Il risultato? Ecco cosa si legge su Dissapore:

Adesso che ve l’abbiamo raccontato meglio: andreste al Caffè Sicilia sapendo di pagare 15 euro due granite e due brioche?

Noi sì, perché Noto vale sempre la pena, perché la firma di Corrado Assenza è unica e inimitabile, da grande interprete, forse il migliore, della pasticceria siciliana.

E però, se voi siete di quelli che “in fondo, in Sicilia, le granite sono tutte buone” a pochi passi trovate una piccola gelateria.

Siete sempre nella stessa città, anzi, ancora più vicini al Duomo. Entrate e ordinate due granite e due brioche. Pagherete 8,40 euro.

Il cameriere cadendo dalle nuvole non saprà dirvi se tra gli ingredienti c’è la cannella o se la colorazione insolita è data dalle bucce. Del sapore dopo qualche minuto non ricorderete più nulla.