Nuova vita per l’ex Fornace Penna di Scicli, diventata celebre grazie alla serie tv del Commissario Montalbano. L’antico stabilimento verrà espropriato e acquisito al patrimonio della Regione Siciliana. Attualmente versa in condizioni precarie e le ondate di maltempo che hanno interessato la Sicilia rischiano di danneggiarlo in modo irreparabile.

«Avevamo preso l’impegno – ha detto Nello Musumeci, presidente della Regione – di salvare dal degrado e valorizzare la Fornace Penna e lo stiamo mantenendo. Si tratta di un polo visivo monumentale unico, oltre a ricadere su un’area che conserva molteplici testimonianze storiche e archeologiche. Intervenire, dopo anni di abbandono, è un dovere per la Regione. Ipotizziamo che la struttura possa diventare un centro culturale e sociale e di aggregazione».

Da oltre tre anni la Fornace è stata posta sotto sequestro preventivo, da parte dei carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale, a seguito di un procedimento penale avviato dalla Procura della Repubblica di Ragusa. La Soprintendenza ha già quantificato in circa 350mila euro le risorse necessarie per la messa in sicurezza del bene e in 5,5 milioni di euro quelle per il restauro e il consolidamento statico finalizzati alla valorizzazione e fruizione del sito.

L’ex Fornace Penna si trova in località Pisciotto, fuori Marina di Ragusa. Era adibita un tempo alla produzione di mattoni, ma ormai è abbandonata da decenni al degrado totale sebbenei rappresenti un bellissimo esempio di archeologia industriale.

Articoli correlati