Delizioso e DOP: l’olio Valle del Belice.

  • Si tratta di un prodotto di eccellenza della provincia di Trapani.
  • Grazie alle sue caratteristiche, ha ottenuto la DOP (Denominazione d’Origine Protetta).
  • Sulla base della denominazione deve rispettare determinati criteri di produzione: quegli stessi criteri lo rendono speciale.

Quando si parla di olio siciliano, si apre un vasto capitolo fatto di tradizione, sapienza contadina e anche storia. In diverse parti dell’isola si producono oli eccellenti, resi tali dal territorio e dalle condizioni climatiche. Tra questi, l’olio Valle del Belice rappresenta sicuramente un prodotto di punta della provincia di Trapani. Dato che si tratta di un olio DOP, deve seguire un particolare disciplinare di produzione, in cui sono riportate le condizioni che gli valgono la denominazione. La DOP Valle del Belice è riservata a quell’olio extravergine d’oliva ottenuto dalla molitura delle olive prodotte negli oliveti che si trovano nei comuni di Castelvetrano, Campobello di Mazara, Partanna, Poggioreale, Salaparuta e Santa Ninfa.

Affinché si possa parlare di olio Valle del Belice, deve esserci la presenza della cultivar Nocellara del Belice per almeno il 70%. Le altre cultivar sono quelle dell’areale di produzione, in particolare: a Giarraffa, la Biancolilla, la Cerasuola, la Buscionetto, la Santagatese, l’Ogliarola Messinese ed altre cultivar minori. Il suo colore è verde con riflessi giallo oro, con un profumo d’oliva appena frantumata con sentori di erba. Il suo sapore è fruttato, appena lievemente amaro e piccante con un retrogusto di mandorla, carciofo e pomodoro verde. La Dop Valle del Belice è particolarmente indicata per valorizzare i piatti della cucina Mediterranea. Si sposa molto bene con primi a base di verdure, carni arrosto, pesce alla griglia e antipasti di pesce marinato.

Articoli correlati