Cosa vuol dire Triulu ‘nsigna a chianciri?

  • Oggi scopriamo un’altra perla di saggezza Made in Sicily.
  • I proverbi ci aiutano a conoscere la Sicilia e le sue tradizioni più veraci.
  • Grazie ai modi di dire, scopriamo il folklore di una bellissima terra.

Il viaggio alla scoperta dei proverbi siciliani è praticamente infinito. Ci sarà sempre un proverbio adatto all’occasione, ormai lo sappiamo bene. Che si tratti di eventi lieti o nefasti, della semplice quotidianità, del cibo o dell’avvicendarsi delle stagioni, troveremo sempre una frase adatta, questo è certo. Tutti noi, in famiglia e tra amici, abbiamo sentito pronunciare i proverbi della tradizione, quelli che proprio è impossibile non conoscere. Anticamente, si faceva sicuramente più ricorso ai proverbi: semplici e immediati, riuscivano a fornire una spiegazione o una soluzione alle grandi questioni della vita. Ora sono un po’ passati di moda ma, proprio per questo motivo, ci piace recuperarli e proporveli. Come quello di oggi: Triulu ‘nsigna a chianciri. Per comprenderlo meglio, dobbiamo anzitutto tradurlo.

Questo proverbio siciliano significa: “La sofferenza insegna a piangere“. Così il senso dovrebbe essere già più chiaro. Si tratta di una saggia considerazione sul fatto che, proprio attraverso la sofferenza, spesso impariamo ad affrontare le situazioni peggiori. Le sventure, dunque, quando arrivano, ci danno anche modo di capire come affrontare. Si tratta di una considerazione agrodolce che, tuttavia, nasconde anche un importante fondo di speranza. Passare attraverso qualcosa di difficile, ci fortifica. La prossima volta che vi troverete di fronte a una difficoltà, non perdetevi d’animo: ricordatevi di questo profondo proverbio siciliano.

Articoli correlati