Il Festival alle pendici dell’Etna.

  • Dal 17 al 29 agosto e dal 3 al 5 settembre Opera Festival presenta “Genesi”.
  • Il paese di Milo sarà palcoscenico per artisti italiani e internazionali.
  • Tutto quello che c’è da sapere.

La prima edizione di Opera Festival è ispirata a Genesi, il capolavoro lirico di Franco Battiato portato in scena nel 1987. Nei weekend dal 27 al 29 agosto e dal 3 al 5 settembre  Milo, il suggestivo paesino alle pendici dell’Etna dove il maestro ha trascorso gran parte della sua vita, farà da palcoscenico ad artisti italiani e internazionali. Venues e locations affascinanti come l’anfiteatro all’aperto, i vigneti alle pendici del paese, i grandi alberi monumentali tipici del paesaggio etneo saranno protagonisti del prima edizione del Festival.

Si spazia dall’indie pop, di Miss Keta & i DPCM, fino all’afrobeat futuristico di Shingai, indiscussa protagonista della calda scena dell’afro pop londinese, passando per i beat partenopei dei Nu Genea, le sonorità tradizionali di Alfio Antico e il pop in lingua siciliana di Alessio Bondì. Attesissime le sonorità esotic lounge di Nicola Cruz, i paesaggi sonori di Christophe Chassol, i timbri vocali elettronici di Ginevra Nervi, e lo show del poliedrico cantautore siculo-inglese Sergio Beercoock. Tanti gli altri protagonisti internazionali, italiani e siciliani che si esibiranno nelle due date del festival come la vibrante cantautrice italo-colombiana Joah Thiele e Dj Gruff, protagonista della golden age del rap italiano.

Opera Festival la line up completa

  • Dal 27 al 29 Agosto:
    Alfio Antico, Chassol, Davide Shorty & Straniero Band, Dj Gruff & Gavino Murgia, Ginevra Nervi, Joan Thiele, My Friend Dario e Sergio Beercock.
  • Dal 3 al 5 Settembre:
    Alessio Bondì, Aura Safari, Club Rivera, Lahasna, Miss Keta & i DPCM, Nicola Cruz, Nu Genea e Shingai.

Il Concept di Genesi

Il concept di questa prima edizione di Opera Festival, è dedicato a Genesi, il capolavoro lirico firmato dal maestro Franco Battiato, che mette in scena la decadenza quasi irreversibile del genere umano, sui quali incombe un ennesimo diluvio universale, contrapposto ad un’unica via di salvezza rappresentata dalla bellezza, della danza, e della musica, unici strumenti di conoscenza per ritrovare la connessione ormai persa con il divino. Genesi nonostante sia tra le opere meno famose del maestro porta con sé un messaggio estremamente attuale e urgente, un messaggio che Opera Festival punta a riprendere attraverso interventi musicali e performance artistiche che si alterneranno ad esclusivi concerti e dj set dall’alba al tramonto. Photo by Austin Neill on Unsplash.

Articoli correlati