Raiuno ricorda la figura del giudice Paolo Borsellino, assassinato nella strage di via D’Amelio il 19 luglio del 1992, mandando in onda il film-tv “I 57 giorni“, con Luca Zingaretti. La storia dei cinquantasette giorni che separano la morte di Giovanni Falcone da quella di Borsellino.

I 57 giorni con Luca Zingaretti su Rai1

A trent’anni di distanza dall’attentato che tolse la vita a Paolo Borsellino e a cinque agenti della sua scorta, la Rai omaggia la figura del giudice anche con una programmazione dedicata alla sua memoria. “Paolo Borsellino – I 57 giorni” va in onda oggi, martedì 19 luglio, alle ore 21,25, su Raiuno.

“Questa – si legge nella presentazione del film – è la storia dei cinquantasette giorni che separano la morte di Falcone da quella di Borsellino. Giorni in cui il giudice intuisce il suo destino e fa i conti con la propria vita, con gli affetti. Traccia il bilancio di un’esistenza, del suo impegno, come magistrato e come uomo. Giorni di tenerezza e d’amore con la moglie, con i figli, con i colleghi, gli amici, ma anche, ancora di lotta“.

A vestire i panni di Paolo Borsellino è Luca Zingaretti. Nel film si racconta la lotta contro la mafia, concentrandosi in particolare su quel giorni che separarono il 23 maggio del 1992 (giorno della Strage di Capaci, costata la vita a Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli agenti della scorta) e il 19 luglio del 1992.

Nel cast ci sono anche Lorenza Indovina, nei panni di Agnese Piraino Leto; Enrico Iannello, nel ruolo di Antonio Ingroia. Manfredi, Lucia e Fiammetta – figlio e figlie di Borsellino – sono interpretati rispettivamente da Davide Giordano, Marilù Pipitone e Claudia Gaffuri.

Una piccola curiosità: del cast fanno parte anche Andrea Tidona e Bruno Torrisi, che avevano già recitato, nel 2004, nel film-tv di Canale 5 dedicato a Paolo Borsellino nei panni di Rocco Chinnici e di don Cesare Rattoballi. Ne I 57 giorni, invece, Tidona è Pietro Giammanco, mentre Torrisi presta il volto al Pm Vittorio Aliquò.

La sceneggiatura è di Francesco Scardamaglia, mentre la regia di Alberto Negrin, che in altre occasioni ha già diretto Zingaretti. Da segnalare la colonna sonora, firmata dal maestro Ennio Morricone. Morricone aveva già collaborato con Negrin per altre fiction, come “Gino Bartali”.

Come vi abbiamo anticipato, la fiction è uscita nel 2012: alla prima tv, fu vista da oltre 8 milioni di telespettatori, con il 30,01% di share. La prima replica, nel 2014, è stata seguita da quasi 3 milioni e mezzo di persone, mentre la terza messa in onda, nel 2019, da 2 milioni e mezzo circa. Qualora non riusciste a vederlo o rivederlo questa sera, trovate il film “Paolo Borsellino – I 57 giorni” su RaiPlay e sull’app per smart tv, tablet e smartphone.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati