L’attore palermitano Paride Benassai è uno dei protagonisti di “From Scratch. La forza di un amore“, la serie Netflix uscita il 21 ottobre. La storia è tratta dal libro di memorie dell’attrice Tembi Locke. “From Scratch” e ha già riscosso molto successo, piazzandosi al primo posto tra le serie più viste al mondo.

Paride Benassai ha portato la Sicilia a Hollywood

Si rinforza ulteriormente il legame tra la Sicilia e Hollywood: un connubio che funziona e piace al pubblico, confermato da collaborazioni sempre nuove che uniscono la nostra Isola agli States. La nuova serie Netflix, “From Scratch. La forza di un amore”, è stata in parte girata in Sicilia e, nel cast, è presente Paride Benassai.

Attore, regista e autore di testi teatrali, Benassai, primo attore siciliano a lavorare ad Hollywood, ha conquistato la “Mecca” del cinema con il personaggio di Giacomo Ortolano, un anziano padre siciliano radicato ai principi della terra che si scontra con l’integrazione culturale e la continuità generazionale di un figlio, Lino. Lino, infatti, si innamora di una studentessa afroamericana di nome Ami

“Giacomo Ortolano è un personaggio difficile – racconta Benassai -. Un padre siciliano, radicato alle tradizioni, maschilista che si scontra con il suo forte pregiudizio sulla diversità culturale. È un uomo di poche parole, la gestualità e l’intensità dello sguardo sono il suo linguaggio. La dolcezza e l’amore per il figlio non sono mai raccontati esplicitamente”.

Quindi continua: “È una storia che parla di amore puro, di dolore del distacco e di continuità negata. Io sono lontano da lui, per entrare nel ruolo bisogna dimenticarsi di se stessi, mi sono immedesimato nel padre cinicamente distante che alla fine però accoglie sempre il suo sangue”.

La storia

“From Scratch” è tratta da una storia vera, che arriva dalle campagne siciliane, dal paese di Aliminusa nelle Madonie (in provincia di Palermo). “Uno dei tanti aneddoti che mi sono capitati dopo l’uscita della serie – prosegue l’attore – è stato la testimonianza di un’abitante di Aliminusa che conosceva la coppia realmente vissuta”.

Benassai rivela anche un aneddoto legato al dialetto siciliano: “Il dialetto siciliano è stato l’unico a non essere stato doppiato nei 130 paesi in cui è stata trasmessa la serie. Ho ricevuto tanti messaggi di stima e orgoglio perché molti conterranei, soprattutto coloro che oggi vivono lontano dalla Sicilia, si sono riconosciuti nel nostro dialetto e si sono sentiti più vicini a casa. Una piccola curiosità molto divertente: ho insegnato il dialetto siciliano ad Eugenio Mastandrea e adesso lo scambiano come originario della Sicilia“.

In merito alla sua esperienza a Los Angeles, Paride Benassai spiega: “Lavorare a Hollywood è stata un’esperienza carica di emozioni, un contesto unico dove ho visto un mondo possibile per noi attori che ci nutriamo di arte cinematografica. A Hollywood mi sono sentito una risorsa fondamentale, una sensazione sconosciuta, la prima volta che ho incontrato la regista, Dennie Gordon, mi ha chiesto come mi piacesse essere diretto, era la prima volta che accadeva, sono rimasto sorpreso nel percepire l’amore tangibile per i suoi attori“.

Foto: paridebenassai.it.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati