Come si fa la Pasta che’ cincu pittusa?

  • Prima di conoscere la ricetta di questo piatto tipico catanese, conosciamo meglio la sua storia.
  • Si tratta di una pietanza tipica del Carnevale, un primo ricco e saporito.
  • Sono grossi maccheroni con un grande buco al centro e altri quattro ai lati, più piccoli.

Le ricette tipiche siciliane legate alle festività e ai momenti particolari, sono un vero trionfo di gusto e sapore. La nostra cucina è sempre deliziosa ma, proprio quando arrivano le feste, si esprime ancora meglio, con piatti originali e memorabili. A Catania, quando arriva il Carnevale, fa anche la sua comparsa la Pasta che cincu pittusa. Il nome è facilmente comprensibile: pasta con i cinque buchi. Si tratta di un originale formato di pasta, con un buco grande al centro e quattro buchi ai lati. La forma e lo spessore considerevole aiutano a trattenere il sugo, che si prepara con carne di maiale e pomodoro.

L’abbondanza del piatto è direttamente connessa al Carnevale, festa dell’esagerazione. Nulla di strano, dunque, se il piatto in questione è così grande, poiché viene consumato dopo il periodo di ristrettezze alimentari della Quaresima. Il sugo viene arricchito da costatine, puntine di maiale e salsiccia. Mettendo da parte la carne e lasciando il sugo per la pasta, si ha pronto un secondo piatto sopraffino.

La ricetta della Pasta con i cinque buchi

Ingredienti

  • 300 g di cotenna
  • 400 g di salsiccia
  • 300 g di puntine di maiale
  • 1 l di passata di pomodoro
  • 3 cucchiaini di concentrato di pomodoro
  • 1 cipolla bianca
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva
  • foglie di alloro
  •  per sfumare

Procedimento

  1. Per fare la Pasta che cincu pittusa, dovete anzitutto soffriggere la cipolla in olio extra vergine di oliva.
  2. Aggiungete la salsiccia, la cotenna a strisce e le puntine.
  3. Fate rosolare, sfumando con mezzo bicchiere di vino rosso, e aggiungete qualche foglia di alloro.
  4. Aggiustate di salate e pepe.
  5. Aggiungete la salsa di pomodoro e il concentrato.
  6. Lasciate cuocere a fuoco lento per circa due ore.
  7. La salsa deve restringersi, impregnando tutta la carne.
  8. Se durante la cottura dovesse stringersi troppo, aggiungete dell’acqua.
  9. Lessate la pasta e, una volta cotta conditela con questa salsa.

Buon appetito!

Articoli correlati