Pif chi è il conduttore diventato celebre con il programma “Il Testimone”. Qual è suo vero nome, dove è nato, quali sono i suoi film e i suoi show televisivi. Tutte le curiosità.

Pif

Pierfrancesco Diliberto, questo è il vero nome di Pif è conduttore e autore televisivo, sceneggiatore, regista, attore e conduttore. Nasce il 4 giugno del 1972 a Palermo. È figlio del regista Maurizio Diliberto e di Mariolina Caruso, maestra di scuola elementare.

Si appassiona al cinema da ragazzino. Dopo aver frequentato il liceo scientifico nella sua città, all’Istituto Salesiano Don Bosco Ranchibile, sceglie di non proseguire con gli studi all’Universirà. Decide di spostarsi a Londra, dove segue alcuni corsi di Media Practice.

Nel 1998 partecipa a un concorso Mediaset a Milano, diventando autore televisivo. Assiste Marco Tullio Giordana alla regia del film “I cento passi” nel 2000. La pellicola è dedicata alla vita dell’attivista antimafia Peppino Impastato e vince quattro David di Donatello e un premio alla Mostra di Venezia.

Nel 2001 Pif lavora come come autore di Candid & Video Show su Italia 1. Entra poi a far parte della squadra de Le Iene, prima come autore poi come inviato. Partecipa come inviato o in Sicilia nel ruolo di un abitante dell’Italia settentrionale. Approda ad MTV nel 2007: qui diventa VJ e presenta parte dell’MTV Day 2007.

Perché si chiama così

A dargli il soprannome Pif è la “iena” Marco Berry, nel corso di un viaggio di lavoro. La sua carriera procede con un primo programma tutto suo, “Il Testimone”, su MTV, che inizia nel 2007. Nel 2011 nasce anche “Il Testimone Vip“, in cui racconta i dettagli della  vita quotidiana di personaggi dello spettacolo, della politica e del mondo dello sport, politica, spettacolo.

Aderisce anche alla campagna pubblicitaria di MTV “Io Voto”. Nel 2012, in occasione delle commemorazioni per i 20 anni delle Stragi di mafia del 1992, esce il suo racconto “Sarà stata una fuga di gas” in “Dove Eravamo. Vent’anni dopo Capaci e via D’Amelio”

Arriviamo così alla fine dell’ottobre del 2013. Pif tiene un discorso sul palco della Leopolda a Firenze, durante la manifestazione organizzata dal sindaco Matteo Renzi. Debutta, intanto, nella regia cinematografica. Dirige il film “La mafia uccide solo d’estate“. Si tratta di una  commedia drammatica: prodotta dalla Wildside e ambientata a Palermo, ripercorre le vicende malavitose di Cosa nostra in Sicilia durante il XX secolo.

Il film riceve un buon successo in termini di pubblico e critica. Nel febbraio del 2014 partecipa al Festival di Sanremo condotto da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. In quest’occasione cura  l’anteprima di ogni serata, cioè “Sanremo & Sanromolo“.

Poco dopo diventa il nuovo testimonial della TIM. Per il “rebranding” del logo, è affiancato nello stesso ruolo da Fabio Fazio e Tim Berners-Lee. Dal settembre del 2014 conduce su Radio 2 il programma “I provinciali” con Michele Astori.

A gennaio del 2016 viene annunciata la sua conduzione a Le Iene, accanto a Nadia Toffa. Sempre nello stesso anno realizza il suo secondo film, cioè “In guerra per amore“. Il lungometraggio viene presentato tra le anteprime della Festa del Cinema di Roma.

Le partecipazioni a programmi televisivi proseguono negli anni seguenti. Nel maggio del 2017, insieme a Fabio Fazio e Roberto Saviano, prende parte alla trasmissione “Falcone e Borsellino”, su Rai1, in occasione del 25esimo anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio.

Durante le tre ore di trasmissione, sono presenti molti personaggi di rilievo, dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente del Senato Piero Grasso, oltre a Don Luigi Ciotti, Carmen Consoli, Pierfrancesco Favino, Beppe Fiorello, Fiorella Mannoia, Nicola Piovani, Michele Placido e Luca Zingaretti.

L’evento si svolge in diversi luoghi-simbolo di Palermo. Include il Palazzo di Giustizia, l’Aula Bunker, la biblioteca di Casa Professa, gli scogli dell’Addaura, la spiaggia di Mondello, la Questura, l’ufficio di Falcone, quello di Borsellino, la piscina comunale, via Notarbartolo (casa di Falcone) e l’albero di Falcone, via D’Amelio (casa della madre di Borsellino).  Nel 2018 pubblica il suo primo romanzo, “…che Dio perdona a tutti”.

Nel 2021 esce il suo terzo film: “E noi come stronzi rimanemmo a guardare”. “La mafia uccide solo d’estate” diventa anche una serie tv, di cui firma la sceneggiatura.

Pif fidanzata e Instagram

Pif è legato sentimentalmente a Nabila Ben Chahed, che non fa parte del mondo dello spettacolo. La coppia ha una figlia nata nell’estate 2020. In passato ha avuto una relazione con Giulia Innocenzi.

Per quanto riguarda i social, il suo profilo Instagram è @pif_iltestimone. Molto riservato sulla sua vita privata, pubblica contenuti relativi alla sua carriera e alle attività lavorative.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati