Possibilità di accertamento fiscale per chi fa pochi prelievi al bancomat: una scarsissima o assente movimentazione in uscita sul conto potrebbe infatti insospettire l'Agenzia delle Entrate, portandola a chiedersi come possa un contribuente mantenersi senza attingere alle proprie risorse. Come spiega il portale La legge per tutti, il dubbio di evasione fiscale diventa legittimo, soprattutto se il contribuente vive da solo o è disoccupato.

I controlli, counque, sono in questo caso molto rari, ma non sono da escludere, perché è oggi entrato in funzione il cosiddetto Redditometro, strumento utilizzato dal Fisco e dall'Agenzia delle Entrate per effettuare controlli incrociati sulle attività finanziarie ed economiche di un determinato soggetto.