Quando si parla di versamenti e prelievi di contanti, superata soglia 3.000 euro scatta in automatico la segnalazione alla Banca d'Italia. Lo ha confermato all'agenzia Adnkronos l'Unità di Informazione Finanziaria, che si occupa proprio di anti-riciclaggio.

"Il sistema di rilevazione sarà completato entro quest'anno. Le segnalazioni, pertanto, potranno prendere avvio fra gli ultimi mesi del 2018 e l'inizio del 2019. Sono cominciati i lavori per richiedere a banche, istituti di pagamento e istituti di moneta elettronica la segnalazione mensile delle transazioni in contante per le quali non sussistano ulteriori specifici elementi di sospetto", viene spiegato.

La novità è stata introdotta dal decreto legislativo 90/2017 per le norme anti-riciclaggio. "Nei prossimi giorni saranno avviati i confronti con gli operatori sulle forme e modalità di segnalazione". La soglia individuata sarà "almeno in fase di avvio superiore a quella di 3.000 euro, fissata dalla legge per i trasferimenti in contante fra i privati".