Quando parliamo di fiori d’arancio, meglio noti come zagara, intendiamo in genere i fiori degli agrumi. Oggi ne scopriremo proprietà e benefici. I fiori dell’arancio, del limone, del bergamotto e del cedro hanno in comune la caratteristica di essere bianchi e profumati. Vengono ampiamente impiegati non soltanto per cucinare, ma anche per apportare piccoli benefici al nostro organismo.

L’acqua di fiori d’arancio, ad esempio, si può bere o si può utilizzare per un infuso benefico per diversi disturbi. La zagara ha proprietà sedative: fa bene contro lo stress, gli stati d’ansia e l’insonnia. Può aiutare ad alleviare i dolori mestruali e il mal di testa e, se associata a miele, limone e cannella, può servire a calmare tosse e mal di gola.

I fiori d’arancio, inoltre, possono essere impiegati in fitoterapia, poiché hanno effetti positivi sul sistema nervoso e sull’apparato digerente: stimolano l’appetito e favoriscono la digestione, agiscono sull’intestino (curando colite e dispepsia) e sono utili a proteggere l’apparato urogenitale. Ancora, possiedono proprietà febbrifughe e diaforetiche, poiché agevolano la sudorazione.

Le proprietà della zagara non finiscono qui, perché è anche utile per trattare le infezioni dell’epidermide. Si utilizza anche per creme e prodotti per il viso, perché ha proprietà rinfrescanti e distende la pelle, rendendola più liscia e morbida.

Il miele di zagara, nato dal prezioso lavoro delle api, è un prodotto genuino, che vanta tutte le proprietà calmanti, depuranti e rilassanti della zagara. Può aiutare a contrastare ansia e mal di testa, oltre ad avere un effetto purificante sull’organismo.

Qualora vogliate provare a utilizzare i fiori d’arancio come rimedio naturale, vi invitiamo a consultare il vostro medico e accertarvi di non avere né intolleranze né allergie.