Oggi parliamo di proprietà e benefici delle castagne. Con il loro colore e il loro sapore sono un simbolo dell’autunno e si prestano a tanti usi in cucina, ma hanno anche alcune proprietà benefiche per il nostro organismo. A lungo sono state il cosiddetto “pane dei poveri“, grazie alle loro caratteristiche nutritive. Dalla polpa, infatti, si ricava la farina di castagne, che può essere largamente impiegata per le ricette.

Proprietà delle Castagne

Si tratta di frutti molto ricchi. Le castagne contengono ferro, potassio e magnesio: per questo motivo si usano come rimedio naturale per i problemi intestinali, per rafforzare le ossa e i muscoli e per migliorare la circolazione.

Il contenuto di sali minerali è in grado di potenziare l’attenzione e la memoria, quindi è utile al sistema nervoso e al suo mantenimento attivo. A questo si aggiunge un buon contenuto di vitamine B2 e PP, fondamentali per la saluti dei tessuti, nonché di fibre e acido folico. Sono, naturalmente, una eccellente fonte di energia, ma vanno gustate con moderazione, perché hanno anche un’alta percentuale di carboidrati. Le castagne, in quanto alimento di origine vegetale, sono prive di colesterolo. Questo le rende adatte nella dieta per l’ipercolesterolemia.

Benefici delle Castagne

Mangiare castagne può essere utile nei casi di inappetenza, in quelli in cui si richiede un’alimentazione ricostituente o quando si pratica sport. Dovrebbero essere sulle nostre tavole almeno tre volte a settimana, specialmente quando siamo stanchi e stressati. I principi attivi delle foglie e della corteccia di castagno sono un vero e proprio toccasana per combattere la tosse e disinfettare le vie respiratorie.

Si può, a tal proposito, preparare un infuso da utilizzare anche come tonico astringente per la pelle. La polpa, invece, può trasformarsi in crema fluida da utilizzare come detergente o maschera emolliente per il viso.

Le castagne fanno bene a tutti?

Quando si parla di benefici e proprietà di alimenti naturali, bisogna sempre fare attenzione alle eventuali controindicazioni. Le castagne sono sconsigliate a chi soffre di diabete, colite o obesità, perché hanno un alto contenuto di carboidrati. Si sconsiglia, inoltre, di mangiarle crude, perché potrebbero causare problemi intestinali come cattiva digestione o gastrite.

Fate attenzione, inoltre, a non confondere le castagne del castagno con le cosiddette “castagne matte” dell’ippocastano! Quelle dell’ippocastano non sono commestibili.