“Le prime rilevazioni sulle piogge cadute nella Sicilia centro-sud orientale in questo fine settimana, ci dicono che si è trattata di una situazione eccezionale che in alcuni casi può verificarsi ogni duecento anni. La violenza delle precipitazioni con caratteristiche differenti nelle diverse zone geografiche dell’isola e la loro concentrazione in poco tempo, ha fatto il resto, causando notevoli danni in numerosi Comuni”.

A parlare è il capo della Protezione Civile della Presidenza della Regione Siciliana, Calogero Foti, sulla base di alcune rilevazioni prodotte dal servizio Rischio idraulico e idrogeologico della Drpc Sicilia.

La scorsa settimana, violente piogge si sono abbattute su parte della Sicilia. In particolare, sul settore sud-orientale – versante Stretto di Sicilia (Ispica) – le piogge di venerdì 25 ottobre sono state estremamente forti, con significativi quantitativi concentrati in poco tempo (da 210 a 260 millimetri nell’arco di un’ora e mezza) e con tempi di ritorno superiori ai duecento anni. La pioggia caduta è pari a circa 3 volte la media mensile del periodo (ottobre).