A sanaru sanareddu si fa lu palazzaddu: cosa vuol dire questo proverbio?

  • Ecco un altro proverbio della tradizione siciliana da scoprire.
  • In questo caso, si tratta di un consiglio molto saggio, da tenere sempre a mente.
  • I modi di dire siciliani sono sempre un’inesauribile fonte di curiosità.

Esistono proverbi siciliani per ogni occasione. Che si voglia parlare del tempo, del passare delle stagioni, della buona cucina o dei rapporti sentimentali, ce ne sarà sempre uno adatto. La cultura siciliana passa anche da queste semplici frasi, dirette ed efficaci nell’esprimere i concetti. C’è stato un tempo in cui i proverbi venivano tenuti in grande considerazione. Vi si faceva ricorso spesso e volentieri. Tutti noi li abbiamo sentiti citare dai nonni e siamo certi del fatto che ognuno, in famiglia, ha i suoi preferiti. Proprio perché rappresentano una pagina importante del folklore, ci piace recuperarli e riproporli, come quello di oggi: A sanaru sanareddu si fa lu palazzaddu. Probabilmente non tutti lo conoscono. Se non lo avete mai sentito, non preoccupatevi: siamo qui proprio per spiegarvi il suo significato.

Per capire cosa vuole dire, bisogna fare una precisazione: il Sanaru era un’antica moneta da 2 centesimi. Già così dovrebbe essere più chiaro. Questo proverbio siciliano ci ricorda che con i piccoli risparmi si può costruire un palazzo. Alle volte non abbiamo la pazienza di metterne da parte un po’ alla volta, pensando che non faranno la differenza. Aspettare e conservare, invece, può produrre grandi risultati. La prossima volta che sarete indecisi sul mettere da parte qualche risparmio, ricordatevi di questo proverbio siciliano: vi tornerà molto utile!

Articoli correlati