di Nando Cimino

 
Ormai ci siamo, il conto alla rovescia è iniziato; e domenica finalmente arriva la tanto attesa Pasqua. Quest'anno il giorno dedicato alla resurrezione di Cristo coincide casualmente anche con il primo di Aprile; mese particolare in cui, con l'arrivo delle belle giornate e con il clima più temperato possiamo godere del primo tiepido sole e dei colori dei primi fiori. Ma io voglio soffermarmi in questa occasione proprio alla Pasqua, proponendovi alcuni antichi proverbi siciliani che contengono al loro interno proprio questa parola. Quindi tanti auguri a tutti anche da parte mia, e se leggendo ne ricordate altri segnalateli pure.
 
Prierichi e lattuchi duoppu Pasqua su' finuti
 
Cu n'appi n'appi cassateddi ri Pasqua
 
A Pasqua e Natali puru i lagnusi addivientanu massari.
 
Natali e Pasqua cu ccu voi ma li sdirri falli cu li toi.
 
Natale cu suli e Pasqua cu tizzuni
 
Cu avi dinari 'nto bursittinu, fa Pasqua, Natali e San Martinu
 
Avennu a re Filippu `nta sacchetta si fa la Pasqua e puru la pasquetta
 
Tintu cu a Pasqua passa la jurnata senza manciarisi la bedda cassata
 
Si fai Pasqua cu cufuni, prestu ti gori la bona staciuni