Cosi cuntati, criditini mità, si menu criditi, megghiu faciti. Il proverbio siciliano di oggi è un consiglio che torna sempre utile. Come saprete ormai bene, ci piace molto parlare dei proverbi della nostra Sicilia, scoprendoli insieme. Si tratta di un modo per conoscere le tradizioni di questa terra. I modi di dire sono una delle massime espressioni della saggezza popolare, che anticamente accompagnava la vita di tutti i giorni.

Oggi, indubbiamente, si fa meno affidamento su queste massime di vita. È proprio per questo che crediamo sia interessante scoprirle e riscoprirle. In ogni caso, si tratta sempre di consigli preziosi o piccole perle di saggezza.

Ma non divaghiamo: cosa significa “Cosi cuntati, criditini mità, si menu criditi, megghiu faciti”? Il significato è presto svelato: credete la metà di quello che vi viene riportato. Se ne credete ancora meno, è anche meglio.

Si tratta di un valido invito a non fidarsi troppo delle cose riportate, che magari sono passate da una persona all’altra, con il rischio di essere anche state modificate.

Se vi piacciono i proverbi siciliani, eccone alcuni che troverete sicuramente interessanti.

  • Du` su` i putenti, cu avi assà e cu nun avi nenti. (Due sono i potenti, chi ha tanto e chi non ha niente).
  • Cu campa vecchiu si fa’. (Chi vive diventa vecchio).
  • Cu’ bedda voli appariri, tanti guai havi a patiri. (Chi bella vuole apparire, tante sofferenze deve subire).
  • Quannu la lingua voli parrari, divi prima a lu cori dimannari. (Quando la lingua vuole parlare, deve prima chiedere al cuore).
  • Assai vali e pocu costa a malu parlari bona risposta. (Una buona risposta a cattive parole vale molto e costa poco).