Lo Zuzzu è una specialità siciliana d’altri tempi, una ricetta tradizionale che continua a riscuotere successo ancora oggi. Si tratta di una gelatina di maiale, ottenuta dalla lavorazione delle parti meno pregiate e diversamente destinate allo scarto (come orecchie, cotenne e lingua).

Considerata una vera e propria specialità, è stata inserita nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani. Si prepara soprattutto in inverno, per essere servita come antipasto o accompagnamento di uova e verdure.

La sua origine è molto antica è affonda le radici nella cucina povera. Le famiglie meno abbienti utilizzavano ogni parte del maiale, confermando che il detto “Du ma­jà­li un si jet­ta nen­ti” è ben fondato.

Così le parti che diversamente sarebbero state buttate, venivano trasformate in una gelatina saporita.

Ricetta Zuzzu

Ingredienti

  • 800 g di carne di suino
  • 1 limone
  • aceto
  • 3 foglie di alloro
  • sale
  • pepe
  • chiodi di garofano

Procedimento

  1. Fate bollire il maiale in abbondante acqua con un pugno di sale, un cucchiaio di pepe in grani e il chiodo di garofano).
  2. Portate a cottura, scolate e lasciate raffreddare.
  3. Eliminate le ossa e tagliate le carni a tocchi.
  4. Sgrassate il brodo, unite 3 cucchiai di aceto e il succo del limone, e riportate a bollore.
  5. Lavate, filtrate, rimettete sul fuoco e fate bollire nuovamente. Ripetete l’operazione per almeno altre due volte.
  6. Al termine dovrete ottenere un brodo chiarissimo.
  7. Disponete i tocchi di carne in una terrina, condite con abbondante pepe e coprite con il brodo caldo in modo che la carne sia immersa completamente.
  8. Lasciate raffreddare finché il brodo si sarà perfettamente rappres.
  9. Tagliate lo zuzzu a fette spesse e servite.

Buon appetito!

Articoli correlati