Minolta DSCDopo la baraonda relativa all’abolizione del liceo classico nella “Buona Scuola” di Renzi, il portale per studenti, Skuola.net, ha deciso di pubblicare una classifica dei migliori licei classici d’Italia.
Dopo quello che si potrebbe definire un intenso battage mediatico sulla testata “L’Espresso” per salvare il liceo classico, il portale per studenti Skuola.net ha deciso di stilare una classifica dei migliori licei classici in una lista che include le 20 città più importanti d’Italia e gli istituti migliori in un raggio di 30 chilometri.
La classifica si basa sui dati raccolti da Eduscopio.it, Fondazione Gianni Agnelli, che ha evidenziato i risultati ottenuti dagli universitari da poco usciti dalla scuola superiore, tra il 2009 e il 2012: sulla base degli iscritti e tenendo conto dei crediti formativi ottenuti e della media dei voti guadagnati nel primo anno, Skuola.net ha così evidenziato più di 20 licei classici; e nella classifica anche Catania e Palermo. Vediamone alcuni.
Nell’area della Capitale, il miglior liceo d’Italia è lo storico “Torquato Tasso”, seguito a ruota dall’istituto intitolato al filosofo Immanuel Kant, in piazza Zambeccari, e dal “Terenzio Mamiani”. Bene anche il “Dante Alighieri” e il “Francesco Vivona” che strappano la corona d’alloro al centralissimo “Ennio Quirinio Visconti”.
Nella zona di Milano, il migliore liceo classico è l’”Ettore Majorana” sito a Desio; in seconda posizione c’è il “Sacro Cuore”, questa volta nel capoluogo di provincia, che però non è un istituto statale. In terza posizione si piazzano altri due licei della provinciail “Bartolomeo Zucchi” di Monza, e l’”Antonio Banfi” di Vimercate. Sorpresa per il noto “Giosuè Carducci” di Milano, che guadagna solo un quinto posto.
Anche dalle parti di Bologna uno dei licei migliori non si trova in città bensì in provincia: si tratta dell’istituto classico di Cento, il “Giuseppe Cevolani”, che si aggiudica la medaglia di bronzo dopo il bolognese “Luigi Galvani” e il “Marco Minghetti. Presso Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze, c’è il “Giotto Ulivi”, medaglia d’oro davanti ai licei fiorentiniintitolati a Dante e a Michelangelo. A Napoli taglia per primo il traguardo il noto“Jacopo Sannazzaro”;al terzo posto gli studenti dello storico ”Umberto I”.
E con lo stesso nome, vince anche un altro liceo d’Italia, quello sito nella città di Palermo, che porta a casa la medaglia d’oro. A seguire il “Giuseppe Garibaldi”, in via Generale Giuseppe Arimondi 46 e il “Giovanni Meli”; presso l’istituto superiore statale si insegnano anche la lingua e la cultura araba, che tanto hanno contribuito alla formazione e alla nascita non solo della città e della provincia ma anche dell’intera Isola.
 
A Catania, a tagliare il traguardo del migliore liceo della città, ci pensa lo storico “Gulli e Pennisi” ad Acireale; fondato nel 1884 oggi ha anche una pagina Facebook con più di 1.300 amateur; e rimaniamo sempre in provincia anche per il secondo: ad Adrano si trova infatti la medaglia d’argento dei licei classici di Catania, quello intitolato a Giovanni Verga. Al terzo posto si situa il “Mario Cutelli”, sito proprio nel capoluogo.