Rame di Napoli Catanesi: un dolce tipico della tradizione Catanese, consumato principalmente nel periodo della festività di Ognissanti, localmente definita “festa dei morti”. L’origine del nome “Rame di Napoli” si narra che risalga al periodo del Regno delle Due Sicilie. A seguito dell’annessione della Sicilia al Regno di Napoli, i borbonici coniarono una nuova moneta in lega di rame in sostituzione di quelle in oro ed argento. I siciliani invece in onore del nuovo regno, crearono la versione dolciaria della moneta che chiamarono “Rame di Napoli” ispirandosi all’analogia della povertà del rame della nuova moneta e delle materie prime di questo nuovo dolce.

RICETTA
Ingredienti per il biscotto:
• 500 gr di farina 00
• 100 gr di margarina
• 1 bustina di lievito
• 200 gr di zucchero
• 400 gr di latte
• 100 gr di cacao in polvere amaro
• buccia di arancia grattugiata
• chiodi di garofano tritati
• cannella in polvere (a piacere)
• 2 cucchiai di miele

Ingredienti per la glassa:
• 120 gr di margarina
• 300 gr di cioccolato super fondente

PREPARAZIONE

In una ciotola mettere lo zucchero, il lievito, la buccia d’arancia,  il cacao ed il miele, poi aggiungere la margarina fusa precedentemente a bagnomaria e mescolare. Quindi aggiungere piano piano sia il latte che la farina e mescolare finché si otterrà un impasto liscio ed omogeneo. Impastare fino a quando il tutto non sarà morbido e compatto. Su una teglia con carta forno disporre piccole cucchiaiate dell’impasto cercando di dare una forma ovoidale ed infornare a 180° per 5 minuti.
Quindi sciogliere a bagnomaria la margarina ed il cioccolato per preparare la glassa. Quando i biscotti saranno cotti, sfornarli e lasciarli raffreddare. Infine glassare e decorare subito con i pistacchi tritati così si attaccheranno mentre la glassa si solidifica. Lasciare asciugare i biscotti per alcune ore e servire.