Rivelati tutti i nomi della Guida Michelin Italia 2019. Il nostro Paese si conferma selezione più ricca al mondo, con ben 367 ristoranti stellati. Arrivata alla 64esima edizione, include all’interno anche due new entry siciliane. In generale, in tutto lo Stivale,  sono arrivati a 10 i ristoranti con 3 stelle, grazie al ristorante Uliassi di Senigallia.

Ma andiamo ai ristoranti siciliani. Le due new entry, che si aggiungono ai 14 già presenti, sono il locale del tristellato Heinz Beck a Taormina, St. George by Heinz Beck, guidato dallo chef Giovanni Solofra, e il ristorante Sapio a Catania.

In totale sono 16 i ristoranti della Sicilia che hanno ottenuto un posto nel prestigioso elenco della Guida Michelin Italia 2019. Ben 3 hanno ottenuto due stelle, i restanti una stella. I bistellati Sono il Duomo di Ragusa, la Locanda Don Serafino di Ragusa e La Madia di Licata. Una stella, invece, per Coria di Caltagirone, Sapio di Catania, Shalai di Linguaglossa (CT), Signum di Salina, Il Cappero di Vulcano, Principe Cerami di Taormina, La Capinera di Taormina Lido di Spisone, St. George by Heinz Beck di Taormina, I Pupi di Bagheria, Bye Bye Blues di Palermo, Il Bavaglino di Terrasini, Accursio di Modica e La Fenice di Ragusa.

Ristoranti siciliani: La Madia

Un ottimo risultato per la Sicilia, dunque, che conferma di essere una regione dalla eccellente offerta enogastronomica di qualità. La regione più ricca di novità al nord è il Piemonte, dove Antonino Cannavacciuolo raggiunge un bis di stelle a Torino.

Tante le novità al sud, in particolare il ritorno della stella in Basilicata, a Matera, al ristorante Vitantonio Lombardo, e una nuova stella in Calabria al ristorante Quafiz,dello chef “Nino” Rossi, a Santa Cristina d’Aspromonte.