Sgomberate 40 abitazioni a Bagheria. Il sindaco, Patrizio Cinque, ha ordinato lo sgombero, temporaneo e cautelativo, degli immobili che si trovano lungo il corso Eleuterio, dal 1 ottobre al 31 marzo di ogni anno. Il periodo coincide verosimilmente con le probabili piogge e le situazioni di allerta segnalate dalla Protezione Civile.

“Si rende opportuna questa misura nelle more della definizione dell’iter repressivo – si legge in una nota del Comune di Bagheria che spiega – è necessario garantire la sicurezza dei cittadini, tutelare dagli eventuali rischi di inondazione presenti sul territorio, migliorare il territorio, affrontare, in sicurezza, le avversità atmosferiche e le allerte meteo con particolare attenzione al fiume dell’Eleuterio”.

Come spiega BlogSicilia:

Sono circa 40 le abitazioni che dovranno essere sgombrate per la sicurezza dei proprietari e/o inquilini che occupano gli immobili a rischio allagamenti.

A causa dei cambiamenti climatici sono infatti sempre più frequenti, nell’Isola, le ondate di maltempo caratterizzate da copiose e diffuse precipitazioni di particolare intensità che, come è recentemente accaduto, hanno causato l’esondazione di fiumi e torrenti, con conseguenti allagamenti di abitazioni poste nelle vicinanze, nonché fenomeni di dissesto idraulico che hanno avuto esiti disastrosi su abitazione, strutture rurali e artigianali, strade pubbliche e private e non ultimo all’agricoltura, causando grave pericolo per l’incolumità pubblica.
Per questo motivo l’amministrazione comunale ha già avviato una attività di controllo del territorio volto a censire appunto le abitazioni a rischio e oggi stabilisce di firmare un’ordinanza contenibile e urgente ai sensi dell’ex art. 54 del D.lgs. 267/2000.

«Siamo certi che i cittadini che saranno destinatari di questa ordinanza saranno collaborativi» – aggiunge il sindaco Cinque – «è in gioco la loro sicurezza se non addirittura la sopravvivenza. Le piogge ed i temporali degli ultimi giorni hanno raggiunto livelli di pericolosità che non ricordiamo nel nostro territorio. Le piogge tra l’altro non sono finite e sembra che siano in arrivo altre perturbazioni».