Un uomo di 66 anni è morto in spiaggia ad Alì Terme, sulla costa jonica messinese. Giuseppe Antonio Miano era residente a Milano, ma originario della Sicilia. Si trovava con amici e familiari quando, mentre camminava, ha accusato un malore finendo a terra, senza più dare segni di vita.

Subito sono intervenuti alcuni bagnanti e sul posto sono giunti gli uomini del 118, in ambulanza e con un elicottero partito da Messina. Le manovre sono andate avanti per alcuni minuti, anche con l’ausilio di un defibrillatore, ma ogni tentativo è risultato vano. I sanitari non hanno dunque potuto fare altro che constatare la morte dell’uomo, sopraggiunta per arresto cardiaco.

Sul luogo della tragedia sono arrivati anche i carabinieri della locale stazione, che hanno informato dell’accaduto il magistrato di turno. È stata disposta la restituzione della salma ai familiari, poiché il decesso è avvenuto per cause naturali. In tanti sono accorsi sul lungomare di Alì Terme: la vittima era conosciuta da molti, perché tornava nella sua città d’origine ogni estate, per le vacanze.

Soltanto pochi giorni prima, è avvenuta un’altra tragedia in spiaggia a Ragusa, nel mare di Randello. Un 17enne del Gambia, ospite di una comunità di Caltagirone, è morto annegato. I sanitari del 118 hanno cercato di rianimarlo, dopo l’intervento di alcuni medici e della polizia di Stato.

FOTO DI REPERTORIO