La Sicilia fa i conti con una importante ondata di calore, che sta portando temperature fino a 40 gradi. La situazione, però, potrebbe non durare molto. Tra qualche ora, infatti, aria fresca di provenienza nordeuropea arriverà sul Mediterraneo, creando una bassa pressione. Questa si tradurrà in una perturbazione diretta verso l’Italia e  verso la Sicilia.

Prima il gran caldo, con temperature fino a 40 gradi, ma potrebbe non durare molto. Tra qualche ora aria fresca di origine nordeuropea si tufferà sul Mediterraneo dando vita alla formazione di una bassa pressione che piloterà un’intensa perturbazione verso l’Italia e anche la Sicilia.

Per il momento, comunque, è l’anticiclone africano a dare il meglio di sé, facendo schizzare le temperature fino a 40 C su Puglia, Sardegna e Sicilia.

Da venerdì 3 luglio il tempo subirà un deciso peggioramento, ma non ovunque. Una forte perturbazione carica di piogge, temporali, grandinate e possibili trombe d’aria, investirà tutte le regioni settentrionali con precipitazioni a tratti molto abbondanti. Le pianure di Lombardia, Emilia e Veneto saranno le zone più a rischio di fenomeni intensi.

I temporali nel corso del giorno raggiungeranno anche Umbria, Marche, Abruzzo, i rilievi laziali, toscani e più a Sud potrebbero interessare anche la Puglia. Temperature in rapida diminuzione al Nord.

Nel corso del weekend il maltempo si porterà verso il Centro-Sud e nelle Isole mentre al Nord la pressione tornerà ad aumentare. Sabato, rovesci e temporali intensi colpiranno Marche, Appennini, Lazio centro-meridionale, Puglia, Basilicata e rilievi campani. Domenica, ancora qualche temporale su Basilicata e Calabria, soleggiato altrove. Le temperature torneranno a salire al Nord a partire da sabato pomeriggio, saranno in diminuzione invece al Centro-Sud dove soffierà il Maestrale.

Articoli correlati