Vanity Fair fa tappa sull’isola, con un tour nella Sicilia Orientale.

  • Si torna a parlare delle meraviglie della Sicilia sulle grandi testate.
  • Vanity Fair ha dedicato un approfondimento a una famosissima area dell’isola.
  • Si tratta dei luoghi di Montalbano, tra oasi protette e gioielli dell’architettura.

Quando si parla di viaggi e vacanze, la Sicilia non teme confronti. L’isola è spesso protagonista di articoli e approfondimenti dedicati alle sue meraviglie. La stampa nazionale e internazionale ne decanta il patrimonio naturalistico e culturale, proponendo itinerari alla scoperta del territorio. Vanity Fair è tornato a esplorare la regione, proponendo un percorso nella Sicilia Orientale. “Se nella sua parte occidentale a farla da padrone ci pensano Palermo i superbi templi di Agrigento e le saline del trapanese – scrive Francesca Spanò – la meno nota Sicilia orientale conquista sempre più cuori. Certo, è da sempre stata uno scrigno di tesori paesaggistici e monumentali, ma al di fuori dei confini isolani restava più nascosta, conosciuta soprattutto per i gioielli del barocco che traboccano da balconi, chiese e prospetti dei palazzi. Il successo della fiction sul commissario Montalbano, nato dalla penna di Andrea Camilleri, ha spostato moltissimo l’attenzione soprattutto sul Ragusano e in una settimana o poco più si può allungare lo sguardo anche al catanese, fermarsi a Taormina e godere del meglio della Valle di Noto”.

Da Montalbano a Marzamemi

I tour nella Sicilia Orientale di Vanity Fair iniziano con il Ragusano, nei luoghi del Commissario Montalbano. Si parte da Scicli, con il Municipio, il centro storico Patrimonio dell’Umanità Unesco, la chiesa Madre e molto altro. Si passa a Sampieri e poi a Donnalucata. Non mancano, poi, visite a Modica, Ragusa e noto, tra delizie di cioccolato e lo spettacolare Duomo di San Giorgio. A Siracusa si visita Ortigia, “con il suo quartiere fermo nel tempo diviso tra mura, castelli, fontane e acque azzurre”. Si fa tappa a Vendicari, un’oasi faunistica protetta, ricca di flora e di fauna. Il giro si conclude in bellezza, a Marzamemi, nella sua iconica piazza.

Foto: Fabio Cecchiri –  Creative Commons Attribution-Share Alike 2.0 Generic

Articoli correlati