Un piatto frugale, ma delizioso: le tagliatelle con il fagiolo Badda.

  • Scopriamo insieme un prodotto della terra siciliana che ha guadagnato un posto come presidio Slow Food.
  • Si tratta di un fagiolo screziato, pressoché sconosciuto fuori dalle Madonie, dalla colorazione unica.
  • È bicolore e, di volta in volta, può essere avorio con macchie rosate e aranciate, oppure avorio con macchie viola scuro, quasi nere.

Il territorio siciliano riserva splendide sorprese. I paesi custodiscono alcuni dei prodotti più buoni e ricercati, mantenendo in vita tradizioni da gustare. Da un capo all’altro dell’isola, si scopre l’esistenza di tante eccellenze del gusto, che fanno della semplicità il loro punto di forza, come il fagiolo Badda di Polizzi Generosa. Pensate che si coltiva da due secoli e che continua, ancora oggi, a essere protagonista di piatti e ricette. Il merito è delle sue caratteristiche e del suo sapore, che lo rendono davvero unico nel suo genere. Per conoscerlo più da vicino, abbiamo pensato di proporvi un video del canale YouTube Pasta Grannies, in cui viene mostrata la preparazione di un piatto davvero delizioso. Due signore, Rosetta e Gandolfa, realizzano le tagliatelle con i fagioli, facendo la pasta a mano, naturalmente. I fagioli vengono lasciati in ammollo, quindi si cucinano con carote, cipolle e abbondante finocchietto selvatico. Le tagliatelle fresche vogliono circa 3 minuti di cottura. Il tutto viene condito con olio abbondante.

I fagioli Badda, nell’aspetto, possono ricordare un po’ i borlotti. Si raccolgono tra agosto e settembre, quindi si fanno essiccare e poi si mangiano in inverno. Sono perfetti per preparare primi piatti e minestre, soprattutto nella stagione più fredda. Vedere le due signore siciliane all’opera, che preparano le tagliatelle, è davvero un piacere. Si tratta di un interessante spaccato della vita nei paesi, con il fruttivendolo che porta i prodotti appena colti proprio sotto casa. Per la ricetta sono stati utilizzati 400 g di fagioli Badda, lasciati in ammollo per 12; 1 cipolla; 1 carota; finocchietto selvatico e sale. Per le tagliatelle: 300 g di semola di grano duro, 140ml di acqua. Il tutto è stato completato con olio extravergine d’oliva.

Le tagliatelle con il fagiolo Badda di Polizzi Generosa

 

Credits: Pasta Grannies

Articoli correlati