Quando si parla dei luoghi di Montalbano, sappiamo benissimo a cosa – o meglio a chi – facciamo riferimento. Il Commissario Montalbano, nato dalla penna dell’indimenticato Andrea Camilleri, ha conquistato il grande pubblico con i romanzi e con la fiction di Rai1 ad essi ispirata. In tv abbiamo visto moltissimi luoghi della Sicilia e alcuni di essi sono diventati iconici. Sono meta di tantissimi turisti che vanno alla ricerca delle suggestioni e dei sapori del commissario più amato d’Italia, interpretato da Luca Zingaretti. Scopriamo insieme quali sono le località imperdibili, a cominciare da Punta Secca. Lì, sulla spiaggia, c’è proprio la casa di Montalbano, a due passi dall’acqua. Lì, guardando il mare, fa colazione e riflette sui suoi casi, o gusta i piatti preparati da Adelina.

A spasso tra Ragusa e Sampieri

Spostandosi un po’, ci si ferma al Castello di Donnafugata. Nella creatività di Camilleri è diventato residenza del boss Don Balduccio Sinagra. Questo imponente edificio, al di là della fiction, è molto interessante e vanta anche un labirinto. Addentrandosi a Ragusa Ibla, si ritrovano alcune delle immagini più classiche della serie televisiva, a cominciare dallo sfondo del Duomo di San Giorgio. Al Circolo di Conversazione il commissario trova spesso il dottor Pasquano, grande amante di cannoli ed eccellente, ma burbero, esperto. Il percorso prosegue sul mare, con Marina di Ragusa, Donnalucata e Cava d’Aliga. Si tratta di paesaggi che ricorrono spesso nella fiction, magari di passaggio, ma sempre molto tipici. Sicuramente più individuabile, invece, è la Fornace Penna di Sampieri, la “Mannara” dei romanzi di Montalbano, teatro di misteri.

Luoghi di Montalbano, da Scicli a Noto

Il viaggio nei luoghi di Montalbano prosegue a Scicli. Qui, infatti, si trova il Commissariato di Vigata (il nome della località è di fantasia). Il commissario lavora insieme ai suoi fidati uomini, primi tra tutti Mimì Augello e Giuseppe Fazio. Più che colleghi, praticamente amici. Che dire, poi, del maldestro ma dolce Catarella? Tutto questo si svolge in quello che in realtà è il Palazzo Comunale, diventato set per la fiction. Una diversa ambientazione, invece, è stata scelta a Modica: qui si vede arrivare la corriera dalla quale scende Livia, storica fidanzata del commissario. Anche Ispica è stata spesso protagonista nella fiction, non soltanto con i suoi paesaggi meno cittadini, ma anche con i suoi tesori più famosi, come il loggiato del Sinatra. Il giro alla scoperta dei luoghi di Montalbano non sarebbe completo se non passasse anche da Portopalo di Capo Passero, dalla sua tonnara e dal Castello Tafuri. Anche a Marzamemi, un borgo-gioiello, sono state girate alcune scene. Chiudiamo in bellezza il viaggio con Montalbano, fermandoci a Noto. Tavolini all’aperto e splendide architetture sono una cornice perfetta. Gli edifici hanno arricchito più volte la narrazione di alcune delle vicende più famose. Così, una puntata dopo l’altra, la Sicilia è entrata nel cuore dei telespettatori.

Foto: Il Commissario Montalbano Rai

Articoli correlati