Entra nel vivo il progetto Sperone167, che unisce le città di Palermo e Lecce. Proprio dal 22 al 29 marzo il progetto sarà nella città pugliese. Lunedì 28 marzo l’inaugurazione con una visual art experience mai vista a oggi nel Sud Italia.

Sperone167, il progetto

Sperone167 è un esempio di rivitalizzazione di due aree suburbane: lo Sperone di Palermo e la 167 di Lecce. Nasce da un’idea semplice ma rivoluzionaria: come comunità dobbiamo prenderci cura dei luoghi in cui viviamo, perché dalla qualità dei beni comuni materiali e immateriali dipende la qualità della nostra vita.

«Un’occasione per gli altri, ma anche per noi stessi» sottolinea Igor Scalisi Palminteri, artista e co-ideatore insieme a Chekos e Afea Art & Rooms. «Vogliamo condividere un momento di cura delle comunità, ma anche di noi stessi», aggiunge.

Igor è capace di raggiungere il cuore delle persone, sia con le parole con le quali racconta il senso di ciò che fa, che con i linguaggi artistici che sceglie. A Palermo è diventato un punto di riferimento. In comune con Chekos ha l’attenzione rivolta ai più giovani, bambine/i e adolescenti, soprattutto ai minori a rischio di esclusione sociale, spesso coinvolti dal pittore in laboratori di arti visive.

Igor definisce le sue opere “Pop-olari”, perché sono realizzate per e con gli abitanti: il suo intervento nel quartiere leccese lascerà sicuramente il segno, e non solo per l’estetica.

Ad accogliere Igor Scalisi Palminteri ed il team palermitano ci sono Chekos ed Ania dell’Ass. 167/B Street, Don Gerardo della Parrocchia San Giovanni Battista e la dirigente Elisabetta Tundo insieme alla comunità scolastica dell’I.C.S. Stomeo – Zimbalo. Dal 22 Marzo l’artista siciliano ha iniziato il suo intervento presso la zona 167, in un edificio di via Terni. Il 27 marzo una rappresentanza dell’ I.C.S. Sperone Pertini di Palermo e delle mamme del quartiere Sperone raggiungerà la città salentina.

Il progetto che unisce Palermo e Lecce

Le bambine e i bambini si chiamano Chiara, Matilde, Giulia, Riccardo, Mattia. Frequentano la prima media presso l’ I.C.S. Sperone – Pertini di Palermo. Hanno tutti 11 anni e saranno accompagnati nel loro primo viaggio fuori dalla Sicilia dai docenti Kelia Modica, Palmira Salinas e dalla dirigente Antonella Di Bartolo. A Lecce incontreranno le alunne e gli alunni della scuola ospitante formando un gruppo che sarà impegnato in varie attività.

Grazie alla collaborazione con Molly Art Live, il cantante dei Sud Sound System Fernando Blasi, in arte Nandu Popu, terrà un incontro con le ragazze e i ragazzi.

Il gruppo inoltre parteciperà a due tour della città, uno tra i murales della 167 e un altro alla scoperta del barocco salentino con Fabio Congedo – guida turistica. L’esperienza sarà anche pratica.

Mentre Igor sarà impegnato nella realizzazione della sua opera, che avrà come tema il mondo dell’infanzia, Chekos coordinerà un laboratorio artistico: un murales partecipato, lasciando il segno su una parete esterna della scuola leccese.

Particolarmente simbolica la partecipazione di Virginia e Rosaria, due mamme del quartiere Sperone, resa possibile grazie ad un’importante donazione fatta da Lucio Piermarini e un gruppo di pediatri umbri all’Associazione “L’Arte di Crescere”.

All’interno del programma, l’associazione, rappresentata a Lecce dalle mamme alla pari Claudia, Marika, Monica e Viviana, realizzerà in entrambe le città un incontro sulla sostenibilità dell’alimentazione, dall’allattamento alla nutrizione per adulti.

A Palermo la Visual Art Experience

Il 28 marzo alle 20:30 ci sarà l’inaugurazione dell’opera di Igor Scalisi Palminteri attraverso una Visual Art Experience a firma Odd Agency in un’esclusiva per il Sud Italia.

La parete di Igor prenderà così vita, donando agli spettatori delle emozioni uniche, forti e indimenticabili. Odd Agency creerà un’opera visual che interagirà con l’intervento dell’artista palermitano.

Davide Currao con il supporto tecnico di Cinnamon, del tecnico del suono Dario Castiglione, del videomaker Marco Alestra e del maestro Alfredo Giammanco sta coordinando le riprese del docufilm Sperone167 .

Sono oltre 200 sono i sostenitori che hanno contribuito attraverso la campagna di crowdfunding ed attraverso delle donazioni esterne come ha fatto il collezionista d’arte tedesco Rolf Grefe con un cospicuo sostegno al progetto.

Il crowdfunding ha ricevuto il sostegno di grandi nomi della musica, dell’arte, dello sport e non solo. Tra questi oltre Coez, Brunori Sas, La Rappresentante di Lista, i Sud Sound System, Molly Arts Live, Dimartino, Roy Paci, Palermo Calcio Popolare, Spartak Lecce, Adriatic Sound, Ivan Fiore, Supremo73, Flavio dei Ghetto Eden, Frank Lucignolo, Salvo Piparo, Francesca Picciurro, e tanti altri.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati