Air Italy è stata messa in liquidazione. Gli aerei della compagnia non voleranno più. Gli azionisti, Alisarda e Qatar Airways attraverso AQA Holding, hanno deciso all’unanimità di mettere la società Air Italy in liquidazione in bonis, “a causa delle persistenti e strutturali condizioni di difficoltà del mercato” – si legge in una nota.

I voli fino al 25 febbraio saranno operati negli orari e nei giorni previsti da altri vettori, mentre i passeggeri che hanno prenotato voli in partenza in date successive al 25 febbraio saranno riprotetti o rimborsati iontegralmente.

Per quanto riguarda la Sicilia, con la liquidazione di Air Italy si perdono sette rotte: tre voli su Palermo e quattro su Catania.

EasyJet, intanto ha lanciato una tariffa fissa di 39,99 euro per tutti coloro che sono in possesso di una prenotazione Air Italy per volare tra Milano Malpensa e Napoli, Catania, Palermo, Lamezia Terme, Cagliari e Tenerife tra il 26 febbraio e il 31 marzo 2020. La tariffa sarà disponibile fino al 26 febbraio, previa presentazione della prenotazione esistente con Air Italy.

Air Italy rimborso

Per tutti i voli in programma fino al 25 febbraio, Air Italy garantirà l’operatività anche se con velivoli di altre compagnie. La compagnia ha anche messo a disposizione una procedura di rimborso per chi non volesse più partire. Si può scrivere all’indirizzo email refunds@airitaly.com o rivolgendosi all’agenzia di viaggi nel caso di acquisto tramite questo canale.

I biglietti dei voli successivi al 25 febbraio verranno rimborsati. Qualora i biglietti fossero stati acquistati direttamente sul portale Air Italy, o tramite contact center, le modalità del rimborso verranno fornite via email o scrivendo all’indirizzo refunds@airitaly.com.

Per chi ha effettuato un acquisto presso una biglietteria Air Italy, il rimborso integrale avverrà presentandosi presso qualsiasi biglietteria della stessa compagnia. Se i biglietti sono stati acquistati tramite agenzia di viaggi, invece, per il rimborso bisognerà rivolgersi all’agenzia stessa.