La Sicilia è una terra straordinaria sotto tanti punti di vista e tra questi c’è, naturalmente, anche l’enogastronomia. Sempre più turisti scelgono la nostra Isola soprattutto per le esperienze legate al gusto: lo conferma l’edizione 2020 del “Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano”, sotto la supervisione della World Food Travel Association e l’Associazione Italiana Turismo Enogastronomico. I dati sulla Sicilia parlano abbastanza chiaro.

Tra i prodotti più conosciuti all’estero, ci sono le arancine (o arancini, chiamateli come preferite!). Stando al portale SEMrush, proprio questo prodotto dello street food è tra i cinque topic di tendenza legati al cibo ricercati dagli utenti di Francia, Spagna, Germania, Regno Unito e Cina. L’arco di tempo preso in considerazione va dal novembre 2019 al gennaio del 2020.

Anche le esperienze a tema enogastronomico sono molto gettonate. La Sicilia figura terza per numero di prenotazioni di Tour Enogastronici e Tour enologici & degustazione vino su TripAdvisor nell’anno 2018. L’esperienza Tour a piedi a Palermo con assaggio di “street food” è, inoltre, tra le top ten dei Travelers’ Choice® Experiences di TripAdvisor per il 2019.

La Sicilia è ai primi posti per l’offerta agroalimentare e vitivinicola, con un numero consistente di aziende. Quanto alla ristorazione, ci sono ben 42 ristoranti d’eccellenza, con un incremento del 56& nel periodo 2017-2020. È importante anche il numero di agriturismi attivi: al 2018 sono 388 le realtà che propongono degustazioni e 700 quelle che offrono esperienze attività.

Il rapporto indica, in generale sull’Italia, che il 71% delle persone che intraprendono un viaggio vuole vivere esperienze enogastronomiche memorabili. Il 59% dei turisti dichiara che le esperienze a tema li aiutano a scegliere tra più destinazioni. In forte crescita i turisti enogastronomici di Cina (+12%) e Messico (+10%).

Articoli correlati