La artiste argentine Medianeras interverranno nel quartiere Sperone di Palermo, nell’ambito di Sperone167 dal 10 al 22 ottobre. La loro opera sarà inaugurata sabato 22 ottobre, con una visual art experience a cura di Odd Agency e alcune performance musicali.

Le argentine Medianeras allo Sperone di Palermo

L’arte pubblica diventa sinonimo di cura della comunità. Nel corso della settimana, l’Associazione Italiana Professionisti del Verde bonificherà l’aiuola antistante il muro oggetto dell’intervento e si occuperà della messa a dimora di uno o più alberi. Saranno realizzati anche due workshop, gratuiti e rivolti ad alcuni studenti e famiglie dell’Istituto Sperone Pertini, a cura rispettivamente di Massimo Sirelli e Demetrio Di Grado, incentrati sui valori fondativi di Sperone167.

Altri momenti imperdibili saranno dei tour tra il quartiere, il Drum Circle a cura della Bottega delle Percussioni e la presentazione del libro “Street Art In Italia” le cui autrici Travel On Art fanno parte dell’alleanza creativa. Il programma completo sarà ufficializzato a breve, ma quello di Ottobre si anticipa come un momento importante che scriverà un’altra bella pagina della storia dello Sperone.

“Un quartiere che si percepisce comunità, un quartiere che si sente città. Questo è il nostro sogno! Prendersi cura dei Luoghi per continuare a curare il nostro cuore. La pittura è un pretesto, la bellezza il nostro obiettivo”, dichiara il pittore Igor Scalisi Palminteri. Josh Rizzuto del Circ’Opificio aggiunge: “Crediamo che un ambiente stimolante contribuisca alla cura di una comunità. Sperone 167 può essere un antidoto contro ogni negazione e potenziale inespresso”.

La campagna di crowdfunding

Sin dalla nascita di Sperone167, lo strumento utilizzato per il finanziamento delle attività è stato il crowdfunding, quale naturale forma di sostegno economico di un movimento dal basso. L’alleanza creativa Sperone167 precisa di non usufruire di fondi pubblici, né beneficiare di patrocini a titolo oneroso o a titolo gratuito di alcun Ente pubblico. È possibile sostenere concretamente l’iniziativa di ottobre accedendo alla piattaforma dedicata.

Le Medianeras

Le Medianeras sono un duo di artiste urbane. Si tratta delle argentine Vanesa Galdeano (architetto) e Analí Chanquía (laureata in Belle Arti). A differenza dei muri, che sono progettati unicamente per dividere, le pareti laterali (in spagnolo “medianeras”) sono quelle condivise tra vicini di casa. Le due artiste hanno fatto proprio questo concetto perché credono che l’arte pubblica, oltre a rendere più belle le città, rivendichi l’idea di uno spazio condiviso che unisce le persone.

Ospiti in vari festival di cultura urbana, le loro opere si possono ammirare in vari paesi del mondo dal Brasile all’ Argentina passando per Bolivia, Messico, Regno Unito, Germania, Austria, Portogallo, Spagna, Thailandia, Australia, Uruguay, Belgio e Canada.

Il duo è particolarmente caro all’alleanza anche per il loro precedente intervento alla 167 di Lecce, “Transition”, che rappresenta un movimento, un tributo a tutti coloro che allargano le prospettive per rendere il mondo più bello e più inclusivo. I volti raffigurati nel murale fluttuano tra i due generi, rappresentando allo stesso tempo la diversità e l’uguaglianza tra gli stessi, nel nome di un futuro di pari opportunità tra tutte le persone.

In foto un’opera di Checkos allo Sperone di Palermo.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati