Un’antica tradizione del 2 novembre

  • Usanze della Festa dei Morti in Sicilia: sai cosa accade ad Acireale?
  • Nella città del Catanese, i defunti calzano scarpette di seta.
  • Non è affatto un caso ma, anzi, avviene per un motivo preciso.

Parte della Sicilia che vai, usanza che trovi. Quando arriva il 2 novembre, si perde il conto di tutti le consuetudini che vengono rispettate e rinnovate. La Festa dei Morti è davvero sentita e partecipata sulla nostra Isola. Si tratta di un modo per sentire ancora vicine le persone che non ci sono più, per ricordare i propri cari e fare comprendere ai bimbi che il legame con coloro che ci hanno amato – e che amiamo – non si spezza mai. Così, da una provincia all’altra, è un vero trionfo di usi e costumi.

Tra le più particolari usanze della Festa dei Morti in Sicilia ce n’è una tipica di Acireale, che chiama in causa delle scarpette di seta. Nella notte tra il primo e il 2 novembre, in tutte le città, i morti lasciano la loro spaventosa dimora cimiteriale. In frotta e anche in fretta e furia, si dirigono nei vari centri a rubare ai più ricchi pasticcieri, mercanti e sarti le loro merci: dolci, giocattoli, vestiti nuovi e qualsiasi altra cosa vogliano donare ai loro piccoli parenti. Si tratta di un furto innocente che, nella realtà, è l’acquisto di quei beni da parte dei genitori e degli adulti che li posizioneranno in tutta la casa.

Usanze della Festa dei Morti in Sicilia: le scarpe di seta di Acireale

Nella tradizione siciliana, i morti escono dai cimiteri ed entrano in città. Dato che i cimiteri, un tempo, erano per lo più dentro i conventi dei Cappuccini, i morti partono quasi sempre da quei conventi. Nel viaggio seguono una gerarchia: vanno prima coloro che morirono di morte naturale, poi i giustiziati, indi i disgraziati, cioè i morti per disgrazia loro incolta, i morti di subito, cioè repentinamente, e via di questo passo. Sappiamo che, da una città all’altra, cambiano i modi di fare dei defunti e vi abbiamo anticipato che, ad Acireale, indossano scarpe di seta. Volete sapere perché?

L’usanza di Acireale prevede che i morti girino vestiti di bianco, avvolti in un lenzuolo funebre, indossando scarpette fatte di seta. Il motivo più plausibile è che lo fanno per eludere la vigilanza dei venditori ai quali andranno a rubare qualche cosa. E non solo. Si tratta anche di un modo per fare meno rumore possibile, quando si entra in casa a lasciare i loro regali: guai, infatti, a svegliare i propri famigliari e rovinargli la sorpresa.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati