Con 14 milioni di presenze, la Sicilia si conferma meta preferita dagli italiani in vacanza. In generale, l’Italia resta la principale destinazione e, secondo una ricerca condotta da Quorum/YouTrend, la nostra isola è in testa alle mete più ambite.

Sicilia meta preferita per le vacanze

Secondo le stime del Centro Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, quest’anno le presenze in Sicilia potrebbero toccare i 14 milioni, raggiungendo quasi il record di oltre 15 milioni di visitatori registrato nel 2019. L’estate in corso conferma che la Trinacria è una delle mete più ambite a livello mondiale.

Nella nuova ricerca condotta da Quorum/YouTrend per conto della piattaforma di case vacanza Wonderful Italy, la Sicilia si piazza al primo posto con una percentuale del 26,6% delle prenotazioni. Tra i motivi di questa scelta, c’è la grande ricchezza di storia, arte, cultura, mare e natura, ma non solo.

Icona del “benvivere”

La Sicilia, infatti, è stata eletta icona del “benvivere“. Uno studio realizzato da Birra Messina con AIGU (Associazione italiana giovani per l’Unesco) dal titolo “I segreti dello stile di vita siciliano“, è andato alla ricerca delle ragioni che rendono questo stile irresistibile. Ne emerge una classifica in cui accoglienza, generosità ed ospitalità dei siciliani, insieme alla cucina locale, occupano il podio delle preferenze.

Per gli italiani in vacanza sull’isola, Birra Messina ha selezionato, per ognuna delle province, una serie di esperienze da fare. La selezione è stata inserita nella raccolta “Esperienze di Sicilia“: 10 esperienze da fare in ognuna delle 9 bellissime province siciliane, per un vero e proprio vademecum, da un capo all’altro dell’Isola. Un totale di quasi 100 proposte.

Una vera e propria immersione nella Sicilia e nelle sue tradizioni, il tutto attraverso le storie di chi ci è nato o ha scelto di viverci, trasformando antichi mestieri e tradizioni in scommesse imprenditoriali e in attività che valorizzano lo stile di vita tipicamente siciliano, le bellezze naturalistiche e culturali dell’isola, soprattutto quelle meno conosciute.

Tra quelle proposte, ne abbiamo selezionate 10, includendo tutte le province. Potete anche scaricare il file completo, con tutti i suggerimenti.

10 esperienze da fare

  1. Campeggio sulla spiaggia di Eraclea Minoa (Agrigento): campeggiare su una spiaggia di sabbia finissima e bianca, guardando il verde della pineta che la costeggia, e l’azzurro del mare che ne bagna la battigia.
  2. Un rollò a Caltanissetta: si tratta di un dolce tipico nisseno, prodotto dai pasticcieri locali, preparato per la prima volta, probabilmente, negli ultimi decenni dell’Ottocento. Viene fatto con ricotta e pasta reale.
  3. Chiazzette di Acireale (Catania): dopo aver visitato le bellezze del centro storico, immergersi nelle bellezze della Timpa di Acireale, attraverso l’itinerario delle Chiazzette. Si raggiunge facilmente fa via Romeo, godendo del panorama della costa ionica.
  4. Agira e le sue cassatelle (Enna): non solo cassatelle, in realtà, ma anche dolci come infasciatelli, paste di mandorla, paste di pistacchio, croccanti e buccellati. La scorpacciata di dolci dona le energie necessarie per visitare il quartiere arabo e l’Abbazia di San Filippo.
  5. Un bagno all’Isola Bella (Taormina, Messina): icona della Dolce Vita siciliana, Taormina è uno dei luoghi più affascinanti. Qui la riserva di Isola Bella è famosa per una flora esotica, la sabbia morbida e il mare cristallino.
  6. Una domenica a Mondello (Palermo): la borgata, con il suo stabilimento e le architetture Art Nouveau, è la meta preferita dai bagnanti palermitani, proprio a due passi dalla città.
  7. Alla scoperta di Vigata (Ragusa): a Punta Secca c’è la casa del Commissario Montalbano e tantissime riprese della fiction ispirata ai romanzi di Andrea Camilleri sono state girate proprio in questa zona, tra Ragusa, Ibla e Modica.
  8. Cioccolato di Modica: passeggiare e assaggiare il cioccolato tradizionale è davvero un’esperienza da fare. Tra i numerosi locali, spicca l’Antica Dolceria Bonajuto.
  9. Visita al borgo medievale di Buccheri (Siracusa): 890 metri di altitudine, meta perfetta per rinfrescarsi un po’ e gustare ottime prelibatezze della cucina.
  10. Mazara del Vallo e la sua Kasbah: stradine strette, intonacate di bianco, e ricoperte di ceramiche colorate, sembra di visitare una Medina! Sempre in centro, da visitare anche il Museo del Satiro, con la statua in bronzo del Satiro Danzante.

 

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati