A Trofa Du Camperi: se vi diciamo questo nome, a cosa pensate? Si tratta di un affascinante albero dell’Etna, che porta con sé una storia carica di mistero e, diciamolo, anche un po’ macabra.

Questo faggio secolare ha un aspetto particolare ed è un vero e proprio monumento creato dalla natura, che esprime così la sua armonia. Si tratta di una ceppaia che si innalza per circa 18 metri con una chioma del diametro di 16 metri e una circonferenza al tronco di quasi 16 metri. Non è solo per il suo aspetto e le sue caratteristiche che ve ne parliamo.

Una leggenda macabra riguarda A Trofa Du Camperi. Il protagonista è proprio il campiere. Alla fine dell’Ottocento la vita dell’uomo si legò indissolubilmente a quella dell’albero. Ogni giorno, se ne prendeva cura e fu proprio sotto l’albero che fu trovato morto. Da allora nacque il nome A Trofa Du Camperi: “trofa”, infatti, significa cespuglio.

Cliccando qui trovate la mappa per raggiungere il misterioso faggio.