È stato ritrovato da un sub il corpo di Enrico Cordella, terzo giovane inghiottito dal mare di Santa Maria La Scala, ad Acireale. Insieme a lui, Margherita Quattrocchi e Lorenzo D’Agata sono stati travolti il 24 febbraio, mentre si trovavano in auto.

Gli altri due corpi sono stati rinvenuti quasi subito, ma le ricerche erano andate avanti per trovare quello di Enrico. La madre Antonella era rimasta sul molo ad aspettare e, dopo alcuni giorni, le ricerche ufficiali erano terminate, come prevede la prassi.

Le ricerche ad Acireale - Foto BlogSicilia

Le ricerche ad Acireale – Foto BlogSicilia

Alcuni volontari, coordinati dal fratello della vittima, hanno continuato a perlustrare il mare davanti ad Acireale. Intorno alle 20 di lunedì 4 marzo è arrivata la notizia ufficiale: il corpo di Enrico era rimasto incastrato a tre metri di profondità, poco distante dalla riva, in direzione di via Mulino. È stato recuperato e adagiato su un gommone ed è stato portato sul molto, dove c’erano i parenti. Enrico Cordella aveva 22 anni.