Ulisse, un Pianeta meraviglioso: il futuro da salvare.

«Da quasi 40 anni – prima come ricercatore e poi come divulgatore – la mia attività mi ha portato davvero in ogni angolo del pianeta». Esordisce così Alberto Angela sull’Etna. Cammina in un paesaggio ricco di fascino, in un momento di quiete dalle eruzioni che caratterizzano spesso il vulcano siciliano, cominciando il suo viaggio alla scoperta della Terra. La puntata speciale di “Ulisse: il piacere della scoperta”, si intitola “Un Pianeta meraviglioso: il futuro da salvare”. Un percorso di scoperta e approfondimento. Che inizia proprio dalla Sicilia. «Ogni volta – continua Angela – sono rimasto assolutamente ammirato dalla bellezza di ciò che ho visto, di ciò che abbiamo attorno. Ci troviamo in un luogo vasto, primitivo, bellissimo. Questa bellezza primordiale è quella che vi accoglie quando vi trovate sulla cima dell’Etna». La vista è davvero spettacolare, con i colori scuri della lava che incontrano il candore della neve. Ma scopriamo insieme di più.

Alberto Angela sull’Etna per raccontare la Terra

Il mondo è cambiato. Dal Polo Nord all’Antartide, dalle distese oceaniche alle nevi delle grandi montagne, dalle fitte foreste alle sconfinate praterie, molte cose non sono più come prima. Il racconto di tutto questo ha portato anzitutto Alberto Angela sull’Etna. Un luogo dove la Terra è in continua mutazione, in un processo incessante di distruzione e rinascita: un paesaggio lunare, ancora in fase di eruzione. Ma se sul vulcano i cambiamenti sono dovuti a cause naturali, altrove siamo noi, con i nostri comportamenti, con l’uso sconsiderato delle risorse, a modificare l’ambiente a nostro danno. Da una terrazza virtuale si è gettato uno sguardo sugli oceani, la cui temperatura si alza in maniera preoccupante. E non è finita qui.

Dal vulcano alle Gole dell’Alcantara

Nel corso della puntata, si sono visti i ghiacciai sciogliersi minacciando di sommergere molte città, si è scoperta la funzione fondamentale delle foreste pluviali sempre più assediate dall’uomo. E si è capito perché territori una volta abitati siano adesso abbandonati, perché intere civiltà siano scomparse. Si tratta di cambiamenti di cui Ulisse si è accorto e documentato in molti viaggi nel corso di 20 anni di programmazione. Ecco perché si è sfogliato quasi un album di ricordi in compagnia di un testimone oculare, Piero Angela, ospite d’eccezione della serata. Energie alternative, consumi intelligenti possono aiutare a invertire la rotta e continuare a godere di spettacoli come le splendide Gole dell’Alcantara, ricche di energia e di bellezza. Un luogo che sembra immutevole, scolpito dalle forze della natura, e invece è in Sicilia. Se vi siete persi la puntata speciale di Ulisse, potete vederla qui.

Articoli correlati